A spasso tra fotografia e letteratura

0
128

Tra i temi cardine della letteratura di ogni tempo, dall’Odissea a Strade Blu, passando per Tre uomini in barca e il Don Chisciotte, vi è senza dubbio quello del viaggio. La camera d’albergo ha assunto, tra i tòpoi contemporanei a esso collegati, una valenza e un significato del tutto peculiari. Che si tratti delle lussuose stanze d’hotel delle pagine di Fitzgerlad o dei grigi motel dove l’umanità raccontata da Carver attende una svolta che non arriverà, quegli spazi sospesi tra una tappa e l’altra del viaggio hanno, grazie al proprio statuto particolare e quasi indecifrabile, affascinato generazioni di artisti in ogni parte del mondo. Anche il medium fotografico non ha mancato di immortalare ‘la fenomenologia della stanza d’albergo’, e proprio a questi ‘non luoghi di passaggio’ sarà dedicata, a partire dal 10 maggio e fino al 21 giugno, presso la Sala espositiva della Biblioteca Loria, L’ospite segreto, la mostra degli scatti che la modenese Antonella Monzoni ha realizzato in camere d’albergo fotografate prima di essere rigovernate dal personale. Stanze che, pur nell’assenza della figura umana, ne restituiscono le tracce, la presenza, l’aura, l’odore di coloro che in esse hanno vissuto, amato, sperato, pianto. A fianco dell’esposizione, sempre nella Sala Espositiva, il pubblico potrà ammirare Come promesso, l’installazione di Meri Gorni. L’artista, che ha esposto in musei e gallerie in Italia e all’estero, nel volume che accompagna l’istallazione omonima affianca a lettere immaginate – scritte da donne ad altre donne, vergate in diverse lingue e su carta intestata di hotel di tutto il mondo – i ritratti di donne di diversa nazionalità, epoca ed età. Missive intime, che vengono da lontano, testimonianze di cura, attenzione che, pur raccontando scorci di differenti esistenze, si concludono tutte con le stesse due parole: “Come promesso”. Alla mostra e all’installazione, che verranno inaugurate sabato 10 maggio, alle 18 presso, l’Auditorium della Biblioteca, saranno presenti Antonella Monzoni e Meri Gorni, che per l’occasione dialogheranno con il critico d’arte Gabi Scardi. A seguire, sarà possibile effettuare una visita guidata.
Anche il pubblico potrà mettersi in gioco in prima persona, partecipando al workshop di scrittura autobiografica condotto da Anna Maria Pedretti, docente della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari.  Il corso, che accoglierà un massimo di 25 iscritti al costo di 30 euro ciascuno, sarà costituito da tre incontri nel mese di maggio: sabato 10 maggio, dalle 15 alle 17, sabato 17 dalle 16 alle 18 e, nella stessa fascia oraria, sabato 31. Per iscrizioni e informazioni è possibile contattare la Biblioteca (059.649368).
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here