Alessandro Haber e il Quartetto Meridies a Carpi

0
131

“Il tango crea un torbido passato ch´è irreale e in parte vero, un assurdo ricordo d´esser morto in duello, a un cantone del sobborgo”: le parole di Jorge Luis Borges, il quale regalò i suoi versi ad Astor Piazzolla, lasciano ben intuire la bellezza e la poesia di questo recital-concerto dedicato alle atmosfere del tango, caratterizzate da un miscuglio di armonie pazze e nostalgie appassionate, amore e battaglie, disillusioni e dolore, morte e vita, che andrà in scena sabato 12 aprile, alle ore 21.00, presso il Centro sociale Guerzoni di Carpi, nell’ambito di Una serata a San Rocco, la rassegna di spettacoli gratuiti offerta alla città dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e San Rocco Arte & Cultura.
A interpretare i classici del tango argentino sarà il prestigioso Quartetto Meridies, guidato da Pasquale Coviello, uno dei più talentuosi fisarmonicisti italiani. La voce narrante sarà, invece, quella di Alessandro Haber, attore talentuoso ed apprezzato, dalla voce potente, sporca, folgorante. Si comincerà proprio con le parole de El tango, arricchite dalle note della Cancion de las venusinas, con un Haber che si lascerà trasportare dalla melodia, dal fraseggio, per concedersi completamente, senza riserve al testo, regalando al pubblico un’interpretazione magnifica. “E’ qualcosa – spiega l’interprete stesso – che ti deve prendere alla testa al cuore, e magari anche alle parti basse. E’ una faccenda di milongas, di baladas. E’ materia da animale da palcoscenico, da repertorio di ironie struggenti, da cultura di slanci e di tristezze. E’ raccontare come cantare, e cantare come raccontare”. E in questo spettacolo Haber si dona completamente: cantando, recitando, raccontando, evocando in maniera impareggiabile.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here