Born in the Usa

0
124

Con l’arrivo della bella stagione i quattro Comuni dell’Unione Terre d’Argine si tingeranno delle atmosfere, delle parole, delle melodie e degli scorci d’America: da marzo a giugno, infatti, avranno luogo una serie di appuntamenti dedicati alla scoperta, riscoperta o approfondimento di quella sterminata prateria composta dalla letteratura e dall’arte statunitensi.
Dalle metropoli alla provincia più profonda, dalla Costa alle grandi pianure, dall’acciaio degli immensi grattacieli al legno delle foreste in cui smarrirsi per ritrovarsi, dall’individuo alla massa, dalla fuga alla ribellione: la cultura degli Stati Uniti ha plasmato l’immaginario collettivo di molte generazioni, influenzando costumi e mode, modi di esprimersi e visioni del mondo: i lettori saranno invitati a viaggiare all’interno della cultura che ha saputo dar luce sia all’American Dream che alla critica della stessa idea di Terra dell’Abbondanza. Questo il progetto realizzato grazie al determinante contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e alla collaborazione di Fondazione Campori, è organizzato da Biblioteca Multimediale A. Loria insieme ai quattro Comuni.

Il primo passo per partire alla scoperta della letteratura americana consiste, naturalmente, nell’aprire un libro. E ancora, cos’è più a stelle e strisce che la fantascienza, il noir e il romanzo classico? Per questo Born in the U.S.A., il primo ciclo di incontri, coinvolgerà i gruppi di lettura – ognuno dei quali dedicato all’approfondimento di un genere letterario differente – presso le biblioteche dei Comuni di Campogalliano, Novi e Soliera.
La struttura degli appuntamenti, che inizieranno sempre alle ore 21.00, sarà costante: ad una prima serata di presentazione con letture e musica dal vivo aperta a tutti seguiranno i tre appuntamenti riservati ai gruppi di lettura – per partecipare ai quali occorre prenotarsi, a partire dal 14 marzo, al numero 059.649368 e che saranno composti da un massimo di 25 persone – nei quali verranno esaminati tre differenti romanzi per ognuno dei temi proposti (fantascienza, romanzo classico e noir): dalle distopie di Aldous Huxley agli smarrimenti di Richard Yates, dalle vite ‘comunemente speciali’ narrate da Elizabeth Strout alla frontiera senza appello di Cormac McCarthy, a scandire gli incontri saranno capolavori assoluti della narrativa non soltanto americana bensì mondiale, nel tentativo di individuare le molteplici sfaccettature di un Mito composto da un immenso delta di storie.
Se a Campogalliano si inizierà giovedì 20 marzo presso il Centro giovani Villa Bi con la fantascienza per poi proseguire nei giovedì 3 aprile, 8 maggio e 5 giugno, la tappa di Novi di Modena, presso il Centro GiòNovi, partirà invece venerdì 28 marzo e proseguirà nei venerdì 11 aprile, 9 maggio e 6 giugno, e sarà dedicata a Luci e ombre del sogno americano; infine, il terzo ciclo consacrato al noir avrà luogo presso la Biblioteca di Soliera a partire da mercoledì 23 aprile per svilupparsi poi nei mercoledì 7, 21 maggio e 4 giugno.
I libri dei Gruppi di lettura, grazie alla collaborazione della Libreria Mondadori di Carpi, saranno disponibili all’acquisto con lo sconto del 15%, sia presso la sede della Libreria che in occasione degli incontri organizzati in ogni Comune.

Presso l’Auditorium della Biblioteca Loria di Carpi si terrà invece Da Pollock a Warhol e oltre, un ciclo di tre incontri dedicati alla scoperta, grazie alla guida di tre illustri critici d’arte, dei rapporti tra arte e letteratura. Lunedì 7 aprile Demetrio Paparoni, già commissario al padiglione italiano della Biennale di Venezia, tratterà di Arte e politica negli USA. A seguire l’attrice Irene Guadagnini leggerà estratti dalle opere di Paul Auster, Don DeLillo e Raymond Carver.
Lunedì 14 aprile si discuterà invece di arte e paesaggio, insieme a Sandro Sproccati, docente di semiotica e Storia del Cinema presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, il quale terrà una lezione magistrale dal titolo Land art. L’ultimo orizzonte dell’utopia americana. La serata sarà accompagnata dalla voce dell’attore Edoardo Ribatto, la quale darà vita ai testi di Walt Whitman, H. D. Thoreau e R. W. Emerson.
Visioni di suoni, l’incontro conclusivo sul tema dei legami tra arte e musica, sarà invece esposto da Luca Beatrice, docente di Storia dell’Arte e anch’esso curatore del Padiglione italiano alla Biennale di Venezia, lunedì 12 maggio. Anche in questa occasione la conferenza starà accompagnata dalle letture – a cura di Irene Guadagnini – da Patti Smith, Bob Dylan e Andy Wharol.
Gli appuntamenti, la cui partecipazione è gratuita, si terranno tutti a partire dalle ore 21.00.

Ma non finisce qui: Aspettando la Festa del Racconto si concluderà il primo giorno d’estate, il 21 giugno, con Una notte in Biblioteca, serie di iniziative che si terranno dalle ore 21.30 alle 24 negli spazi interni ed esterni della Biblioteca Loria.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here