I libri di San Rocco

0
102

Dalla filosofia alla storia, dall’arte al giornalismo, dall’avventura all’amore: saranno questi alcuni degli argomenti proposti al pubblico nei quattro appuntamenti gratuiti de I libri di San Rocco, la rassegna che, tra marzo e aprile, porterà nel centro storico di Carpi quattro grandi esponenti del mondo della cultura italiana (e non solo): la filosofa Michela Marzano, lo storico e giornalista Paolo Mieli, lo scrittore e archeologo Valerio Massimo Manfredi e il fotografo Oliviero Toscani. Organizzati da Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e San Rocco Arte & Cultura, con il patrocinio del Comune di Carpi, in collaborazione con Biblioteca Multimediale Arturo Loria, Libreria Mondadori, Associazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche e Centro Formazione Alta Cultura, gli incontri si svolgeranno tutti a partire dalle 21. “In tempi di affanno economico – ha sottolineato Alessia Ferrari, assessore alle Politiche culturali del Comune di Carpi –  non è affatto scontato che si scelga di tenere in piedi una proposta culturale d’eccellenza e, d’altra parte, è proprio da tale proposta che potranno germogliare i semi di quelle idee che, se sviluppate, dalla crisi di questa nostra epoca potranno farci emergere, cambiati ma non stravolti”.
L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore è il titolo del primo appuntamento che, sabato 1° marzo, alle 21, presso l’Auditorium Loria Michela Marzano terrà sul tema dei legami affettivi, intervistata dal caporedattore di Radio Bruno, Pierluigi Senatore. L’incontro con la filosofa docente all’Università René Descartes di Parigi verterà su un tema del quale si è a lungo occupata – e che sviluppa anche nel saggio, pubblicato da UTET, che dà il titolo all’incontro – tema che ha a che fare con l’etica sessuale, lo statuto dei corpi e le relazioni interpersonali nel mondo contemporaneo. Elaborata, come spesso fa Marzano nei suoi testi, a partire dalla sua esperienza personale, la prima serata della rassegna rappresenterà una stimolante, intensa e mai banale meditazione su un sentimento comune a ogni essere umano ma paradossalmente assai difficile da definire.  Sarà invece dedicato alla storia o, meglio, al rapporto tra storia, memoria e oblio l’incontro con il direttore del Corriere della Sera, Paolo Mieli che presenterà, venerdì 21 marzo, alle 21, presso la Sala Mori, il suo ultimo saggio, edito da Rizzoli, I conti con la storia. Quando lo storico, che ha il compito di trasmettere memoria, deve invece lasciare spazio all’oblio come virtù essenziale per ricomporre una comunità? Da questo interrogativo si dipanano le riflessioni di un testo scritto con la consueta intelligenza che, partendo da una documentazione robusta, non accetta mai di soggiacere alle verità sancite una volta per tutte, ma decide invece di battere sentieri alternativi, porsi problematiche complesse e mettere in discussione le interpretazioni canoniche. A un eroe dell’epica senza tempo sarà invece dedicata la serata di martedì 8 aprile, alle 21, presso l’Auditorium Loria dal titolo Il mio nome è Nessuno, nel corso della quale il romanziere e archeologo Valerio Massimo Manfredi, sulla scorta dei suoi due ultimi romanzi dedicati alla figura di Ulisse, condurrà il pubblico nell’esplorazione dei temi del viaggio, dell’avventura di scoperta e conoscenza. Le domande di Pierluigi Senatore da un lato, il talento narrativo e la conoscenza di Manfredi dall’altro, approfondiranno l’immensa figura di Odysseo, protagonista del viaggio che sta all’origine di ogni narrazione dall’antichità a oggi, la cui vicenda ha saputo catturare autori come Dante Alighieri e James Joyce sino all’ultima domanda: che ne è stato del re di Itaca, figlio di Laerte? Ha davvero smesso di viaggiare, una volta tornato alla sua dimora?  L’ultimo incontro della rassegna, venerdì 11 aprile, alle 21, presso la Sala Mori, avrà per protagonista uno dei fotografi più famosi al mondo: Oliviero Toscani. L’artista che ha creato alcune delle campagne pubblicitarie più celebri di tutti i tempi, l’uomo che con i suoi scatti ha sfidato i pregiudizi ribaltando le prospettive abituali, sarà stimolato dalla curiosità dello scrittore Davide Bregola, in una serata dedicata a quanti desiderino conoscere meglio – sulla scia di Moriremo eleganti, suo ultimo libro – un uomo dalle molteplici sfaccettature. Artista geniale, indomito polemista, scaltro pubblicitario e fustigatore dei costumi del suo tempo. Sempre, e comunque, amante della bellezza.
Tutti gli incontri sono a partecipazione libera sino a esaurimento posti.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here