La nuova vita di Villa Richeldi

0
98

Una moderna struttura polispecialistica all’interno di una villa storica: aprirà prossimamente a Carpi il Poliambulatorio Medico Chirurgico Villa Richeldi all’angolo tra via Berengario e via Guido Fassi, di fronte alla chiesa di San Nicolò. A condurre la visita in anteprima è l’amministratore delegato della società Poliambulatorio VR Antonio Po che motiva l’iniziativa imprenditoriale partendo dalla necessità di una struttura alla quale i pazienti possano rivolgersi affidando i loro problemi di salute, semplici o complessi, a specialisti qualificati.
“All’interno di Villa Richeldi – spiega il dottor Po – si concentreranno attività ambulatoriali specifiche grazie alla collaborazione di professionisti di alto profilo scientifico e all’impiego di esami strumentali con apparecchiature d’avanguardia”.
La struttura offrirà risposte adeguate a necessità diagnostiche e terapeutiche in diverse branche specialistiche: allergologia respiratoria, andrologia, cardiologia, centro ipertensione, chirurgia generale, chirurgia vascolare, dermatologia, dermatologia estetica, ecodoppler vascolare, ecografia, endocrinologia, ginecologia, medicina interna, oculistica, ortottica, pneumologia, proctologia e urologia.  “Diverse le competenze – spiega l’ad Antonio Po – che il centro medico mette in campo con un’attenzione particolare all’oculistica, a cui saranno dedicati sette dei quindici ambulatori e per la quale è stato fatto un investimento importante in attrezzature tecnologiche d’avanguardia, come il laser per la chirurgia refrattiva. Prevediamo ci sia una richiesta di prestazioni di oculistica pari alla metà del totale delle prestazioni erogate”.
Ventisette i medici che lavoreranno presso il Poliambulatorio Villa Richeldi coordinati dal direttore sanitario dottor Gianni Rossi. Per quel che riguarda i costi delle prestazioni, “i prezzi saranno concorrenziali e predisporremo finestre sociali programmate allo scopo di fornire prestazioni a prezzi agevolati”.
Per ospitare il centro medico, Villa Richeldi, in precedenza hotel e, ancora prima, struttura protetta, è stata sottoposta a un importante restyling che ne ha conservato le caratteristiche fondamentali di villa liberty, azzardando qualche tocco di colore nei complementi d’arredo ma mantenendo uno stile fondamentalmente sobrio ed elegante.
“L’impegno più gravoso dal punto di vista economico – precisa il dottor Po – è stato il recupero della villa pesantemente danneggiata dal terremoto: le scosse hanno impresso alla torre una rotazione tale per cui abbiamo dovuto procedere alla demolizione della stessa e alla sua ricostruzione affrontando spese da capogiro. Non è stata cosa facile nemmeno reperire i materiali adatti per procedere alla ristrutturazione nel pieno rispetto della normativa antisismica. Purtroppo, anche noi, come tanti, siamo in attesa dei contributi per la ricostruzione. E non è il solo caso in cui le maglie della burocrazia hanno interferito con la realizzazione di questa attività imprenditoriale”. 
Villa Richeldi è tornata a nuova vita e la torre ora è illuminata da luci a led che ne esaltano la bellezza. “Non ho mai pensato di abbandonarla al suo destino perché c’è un legame anche affettivo: la villa del 1928 è stata costruita dal mio nonno materno, Giuseppe Richeldi, medico dentista. Io sono nato e cresciuto a Modena ma mantengo fortissimi legami con la città di Carpi dove risiede  la nostra numerosa famiglia dei Po, discendenti di Angelo Po, a cui appartengo con orgoglio”.
Sara Gelli

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here