Un dicembre di soddisfazioni per Cmb

0
86

 Nonostante la crisi persistente del settore costruzioni, gli ultimi mesi del 2013 stanno riservando numerose soddisfazioni alla cooperativa carpigiana Cmb. I dati di preconsuntivo per il 2013 mostrano, a fronte di una leggera contrazione del giro d’affari, un buon miglioramento della redditività che passa da 3,4 a 5,7 milioni a preconsuntivo, e un indebitamento che resta stabile confermando il valore del 2012.

Dal punto di vista delle opere, negli ultimi mesi si sono conclusi alcuni importanti cantieri: a fine ottobre, alla presenza dell’amministratore delegato del gruppo Eni, Paolo Scaroni, e del ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato è stato inaugurato nelle campagne che circondano Pavia l’Eni Green Data Center, un innovativo centro di raccolta dati. La struttura, interamente realizzata sottoterra, ospita i sistemi informatici centrali di elaborazione Eni, sia di informatica gestionale, sia di elaborazione di simulazione sismica, ed è la prima al mondo per efficienza energetica con consumi ridottissimi in una concentrazione di potenza elettrica fino a 50 chilowatt al metro quadro. Alla cerimonia inaugurale Scaroni ha ricordato come nei due anni di realizzazione dell’opera non vi siano stati incidenti in cantiere, a testimonianza dei livelli di sicurezza raggiunti anche grazie al presidio di Cmb. Inoltre, il Green Data Center, ha concluso, verrà messo a disposizione di università e centri di ricerca con una logica di open source, “una filosofia che prevede che esperienze di avanguardia vengano messe in rete a patrimonio comune”. Il 3 dicembre, alla presenza del presidente Gianni De Gennaro e dell’amministratore delegato Alessandro Pansa di Finmeccanica, oltre ai rappresentanti delle alte cariche istituzionali del Paese, è stata ufficializzata l’apertura del nuovo stabilimento Thales Alenia Space Italia, la più moderna struttura in Europa dedicata all’industria spaziale e realizzata a Campo di Pile, presso L’Aquila in soli 22 mesi da Cmb. Dopo i gravi danni registrati ai precedenti stabilimenti, che il sisma del 2009 aveva reso inagibili, Thales Alenia Space si è attivata per la riedificazione di un nuovo sito produttivo e per il consolidamento della propria presenza sul territorio abruzzese. A meno di due anni dalla posa della sua prima pietra, avvenuta il 14 dicembre 2011, il nuovo sito industriale  è una realtà. Oggi, in particolare, è di grande importanza l’impatto sociale sull’area, dove 400 famiglie aquilane, che avevano un’aspettativa iniziale di veder delocalizzato il proprio lavoro, hanno invece la possibilità di guardare finalmente con ottimismo al futuro. Il 13 dicembre, poi, verranno inaugurate la Stazione Santa Lucia di Venezia, alla presenza del presidente di Grandi Stazioni e amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Mauro Moretti, e la nuova Tangenziale di Forlì, dove a tagliare il nastro saranno il presidente di Anas Pietro Ciucci e il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi. Il 30 novembre è stata anche inaugurata Coop Sigonio a Carpi: una struttura realizzata in tempi record tra il mese di gennaio e ottobre di quest’anno. L’intervento ha previsto la costruzione dell’edificio destinato a ospitare il supermarket oltre alle prime opere di urbanizzazione previste nell’area di insediamento: viabilità, parcheggi e verde pubblico oltre a un nuovo parco giochi. L’edificio è stato progettato con particolare attenzione al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale con dotazione di tubi solari per l’illuminazione diurna, di impianti fotovoltaici e di reimpiego delle acque meteoriche. L’attenzione all’impatto ambientale e il carico innovativo posto nelle fasi di costruzione ha convinto il committente ad avviare il processo di certificazione internazionale LEED, per la prima volta applicata in Italia su un centro commerciale. Grandi realizzazioni avvenute a tempo di record e nella più assoluta sicurezza per i lavoratori grazie al progetto Sicuri per Mestiere sviluppato all’interno dei cantieri Cmb e premiato da Inail al concorso nazionale Le buone pratiche sulla sicurezza partecipata, dove la cooperativa si è posizionata come unica impresa di costruzione fra alcune delle più grandi realtà dell’industria italiana, quali Enel, Fiat e Marcegaglia. Lo scorso 30 ottobre, a Napoli, alla presenza dell’Alta Direzione di Inail, Cmb ha illustrato il proprio progetto, riscuotendo grande interesse. Oggi, Sicuri per Mestiere, sta diventando un’estensione del modo di fare sicurezza di Cmb e nei prossimi mesi il progetto verrà attivato sui principali cantieri in partenza.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here