Post sisma: due delibere votate dal Consiglio Comunale

0
109

Due delibere sono state approvate nel corso della seduta del Consiglio comunale di Carpi di ieri, giovedì 24 ottobre, riguardanti aspetti legati alla ricostruzione dopo il sisma del 2012.
Inizialmente è stata votata una delibera relativa alla terza revisione dei vincoli di ristrutturazione parziale, prevista dalla legge 16 del dicembre 2012, per gli edifici danneggiati dal sisma e situati in campagna. L’assessore all’Edilizia privata Simone Tosi ha spiegato che “in attesa dell’approvazione del Piano della Ricostruzione eliminiamo questi vincoli del Prg e consentiamo così a diversi soggetti di intervenire riqualificando o abbattendo fabbricati agricoli con danni troppo gravi. In particolare con questa terza revisione diamo risposta a 10 domande, che si sommano alle 32 già approvate tra giugno e luglio dal Consiglio”. Tosi ha poi spiegato che si è deciso di convocare la Commissione consiliare competente per tutti i lunedì di novembre “per le audizioni dei soggetti portatori di interesse in previsione della redazione del Piano della Ricostruzione, associazioni di categoria del commercio e agricole, sindacati e ordini professionali. Poi arriveremo a programmare un’iniziativa pubblica. Contiamo anche di arrivare alla revisione delle U.M.I. entro fine dicembre, e a portare in Commissione e poi in Consiglio la delibera di modifica dell’allegato 3 del Prg, dove si trovano le norme tecniche di attuazione che identificano le tipologie costruttive in zona agricola”.
L’assessore ha ribadito che sono “troppo lunghi i tempi per chi è fuori di casa da un anno e mezzo. Siamo chiamati a fare una corsa per realizzare il primo Piano della Ricostruzione delle zone terremotate, e speriamo arrivi presto, dopo l’approvazione di nuove norme sulle assunzioni, nuovo personale per gli uffici tecnici. Per ora abbiamo erogato 80 ‘Cambiali Errani’, per 9,2 milioni di euro, su 220-230 domande presentate”.
La delibera è stata posta ai voti e approvata da tutti i gruppi presenti in aula.
Approvato da tutti i gruppi presenti in Consiglio (tranne il PdL) invece il nulla osta al rilascio ad ACER di un permesso di costruire in deroga per la demolizione e ricostruzione del fabbricato ERP di via primo dicembre 1944 a Cortile, danneggiato dal sisma del maggio 2012. La deroga al Prg, ha detto l’assessore Tosi, dipende dal fatto che i garage non sono previsti al piano terra della palazzina che verrà costruita al posto di quella attuale, inagibile, ma all’esterno; inoltre le caratteristiche di edificio attento al risparmio energetico della nuova costruzione, con impianto fotovoltaico sul tetto, lo rendono più alto di quanto previsto dalle norme del Piano Regolatore. Rispetto ai 5 alloggi della vecchia palazzina ERP però il nuovo fabbricato ne avrà uno in più.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here