Un modello esportabile anche nella nostra città

0
55

Nel condividere pienamente quanto avete scritto nella rubrica Tra le righe della scorsa settimana, dal titolo Le regole della strada non sono quelle della giungla, vi inoltriamo una fotografia scattata quest’estate durante un viaggio in bicicletta da Como a Parigi.  Si tratta di una stele all’entrata di un paesino francese, dove le priorità di traffico sono “invertite” rispetto a quanto accade nelle nostre città. Come potete vedere, prima vengono i pedoni, poi i ciclisti che però devono viaggiare in modo da non arrecare pericolo agli altri utenti e, infine, le auto , oltretutto vincolate ai 20 chilometri di velocità massima (quindi più lente dei ciclisti). Un modello esportabile anche in tanti paesi italiani, compreso, come voi stessi asserite, il rispetto delle regole di quella che dovrebbe essere una normale e abituale convivenza civile.
Luciano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here