I Galli conquistano l’Accademia

0
105

E’ tornato puntuale, come tradizione esige, l’annuale appuntamento con il motoraduno organizzato dal Campo dei Galli, motoclub nato nel 1994 in onore della casa costruttrice di motocicli Guzzi e dalla passione di un gruppo di amici. Il club – che annovera circa 80 soci ed è presieduto da Mario Bonaccini – anche quest’anno non ha voluto arrendersi di fronte alle difficoltà legate al complesso periodo di crisi e ha organizzato il suo 15° motoraduno, aperto a moto e scooter di tutte le marche, moderne e d’epoca. La due giorni che si è svolta il 7 e l’8 settembre scorsi, nel verde del parco Fluviale del Fiume Secchia, col patrocinio del Comune di Campogalliano, ha visto un’affluenza davvero straordinaria. “Ben oltre le nostre aspettative”, spiega il segretario del Motoclub, Nino Catalano. A Campogalliano infatti sono giunti motociclisti francesi, tedeschi e svizzeri e, naturalmente, altri provenienti da tutta Italia, dalla Val d’Aosta alla Lombardia, dal Veneto all’Emilia, dalla Toscana al Lazio, alla Sicilia… Apprezzatissima la visita agli stabilimenti della Cooperativa Bilanciai di Campogalliano: “un mondo fatto di precisione e altissima tecnologia che ci hanno profondamente meravigliati, lasciandoci letteralmente a bocca aperta”, prosegue il segretario. Graditi anche i giri in barca a vela sui laghi Curiel resi possibili grazie alla collaborazione dell’associazione velistica Pontos, le esperienze vissute nell’adiacente campo avventura Jonathan EcoCampus e la decima edizione de Il Giorno delle Dinamo, raduno ufficiale delle famose Moto Guzzi V7 organizzato dagli amici del Moto Guzzi V7 Club Italia Cilindri Italiani. E dopo una serata a suon di scherzi e rock & roll, passata mangiando succulente salsicce innaffiate di birra, i centauri hanno avuto l’occasione, più unica che rara, di entrare, la mattina successiva, all’Accademia Militare di Modena. Vero e proprio asso di briscola sfoderato dai Galli per questa quindicesima edizione. “Vi era grande attesa per l’evento – prosegue Catalano – e circa 200 motociclette hanno raggiunto la Città della Ghirlandina. I militari ci hanno accolti a gruppi e anche se la pazienza di alcuni è stata messa alla prova, la soddisfazione finale è stata tanta”. Insomma una due giorni densa di eventi, brillantemente organizzata dal Moto Club che, nonostante l’atmosfera goliardica e spensierata, ha voluto manifestare, tra la commozione generale, la propria vicinanza alla famiglia di Gianni Menozzi, amico e socio del club, scomparso lo scorso luglio, con la consegna di una targa. “Parte del ricavato del raduno sarà devoluto al Comitato della Croce Rossa di Campogalliano e all’Associazione Angela Serra a favore della ricerca sul cancro. Per quest’ultima associazione poi, il moto club ha messo a disposizione la propria tensostruttura e l’impianto elettrico per la manifestazione di raccolta fondi organizzata sabato 14 settembre. Fondamentale – proseguono Bonaccini e Catalano – il sostegno degli sponsor, delle persone intervenute, dei soci e degli amici del Motoclub che hanno creduto nella nostra iniziativa e ci hanno aiutato a raccogliere le risorse da devolvere in beneficenza”. Arrivederci al prossimo anno quindi, con il 16° motoraduno che si terrà il 6 e 7 settembre 2014 e coinciderà col 20° anno del Campo dei Galli: “abbiamo in mente grandi cose…”.
Jessica Bianchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here