E’ presto per cantar vittoria?

0
80

Il Ministero dell’Istruzione ha assegnato 129 posti di personale docente aggiuntivo da destinare alle scuole delle zone terremotate emiliane, tra cui Carpi (che si sommano così ai 190 già pianificati). Soddisfatta Elena Malaguti, assessore all’Istruzione della Provincia di Modena: “tale dotazione ci permette di iniziare il prossimo anno scolastico con premesse positive e di dare continuità ai progetti e alle innovazioni didattiche nate dall’emergenza e che è bene proseguano. Ulteriore elemento di rassicurazione per le famiglie – conclude l’assessore – è poi che la disponibilità di un maggior numero di docenti dovrebbe permettere di non accorpare le classi”. Alla sola Provincia di Modena sono stati attribuiti 142 posti in più. Basteranno tali numeri a scongiurare i tagli e gli accorpamenti previsti negli istituti superiori carpigiani a partire dal prossimo anno scolastico? Certo cantar vittoria è ancora prematuro ma “un passo importante è stato fatto”, ha commentato Daniele Calanca, membro del Consiglio di istituto del Liceo e del Leonardo da Vinci. La situazione che si prospettava a settembre era a dir poco esplosiva: dalla creazione di una sola classe terza per l’indirizzo meccanico del Leonardo da Vinci alla formazione di solo due classi terze al Vallauri, malgrado vi siano tre seconde appartenenti ad altrettante specializzazioni che, il prossimo anno, dovranno prendere la qualifica, alle classi pollaio del Liceo… “Pare vi siano i numeri per realizzare la seconda terza di meccanica e quelli per una classe seconda del serale ovvero quanto da noi richiesto nell’organico di diritto a giugno. Per scaramanzia non esulto – conclude Daniele Calanca – ma sono positivo al 90 percento anche per quanto riguarda gli altri istituti superiori”.
J.B.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here