Siate gli artefici di voi stessi!

0
98

Socrate invitava a Conoscere se stessi. Pindaro era solito salutare i suoi discepoli dicendo, Diventa ciò che sei. Parmenide sosteneva che tutto è possibile, Basta trovare il coraggio di percorrere la via ed Eraclito affermava: L’unica cosa permanente è il cambiamento. Nel coaching le chiavi sono la conoscenza e la consapevolezza di sé, delle proprie risorse e delle proprie potenzialità. Il coaching, disciplina relativamente nuova nel nostro Paese, che si è affermata negli Stati Uniti oltre 50 anni fa, si sta diffondendo anche nella nostra città. A parlarci di questo metodo che aiuta le persone a far quadrare il bilancio della propria vita privata o professionale, a migliorare i rapporti con gli altri, scoprendo le strategie più adeguate per raggiungere i propri obiettivi, è il coach carpigiano Andrej Bandieri.  “Mi sono avvicinato al coaching all’inizio del 2013 – racconta il 42enne Bandieri – con la nota società di formazione Prometeo Coaching di Pescara e ho seguito un corso a Milano nel febbraio scorso. Una settimana intensiva che mi ha spalancato un mondo”. E ora che è nata l’Associazione Italiana Coaching e un albo professionale specifico, l’obiettivo di Andrej è quello di fare pratica, superare un esame e diventare coach. “In questo momento di grave crisi economica e di rapporti, essere un coach si può rivelare strategico non solo dal punto di vista personale ma anche professionale, favorendo la gestione dei conflitti, dello stress e le relazioni tra colleghi”. Operaio metalmeccanico e maestro di arti marziali e difesa personale, con la passione della scrittura, Andrej Bandieri si appresta quindi a portare anche in città una figura professionale innovativa: “il coaching – spiega – non è una psicoterapia, né un’alternativa alle terapie psicologiche. E’ una relazione processuale fondata sull’allenamento delle potenzialità personali; è un progetto di crescita che mira al raggiungimento di obiettivi specifici . Il coaching, attraverso un percorso autorigenerativo, facilita il cambiamento e l’autorealizzazione. Il metodo cerca di incoraggiare le persone a cambiare prospettiva: l’idea della felicità non è più legata al piano delle cose e del “possedere” bensì a quello dell’azione, del fare, del raggiungere i propri sogni e le proprie mete. Ognuno può diventare l’artefice del proprio cambiamento. Ogni persona è responsabile di ogni suo passo e il coach aiuta il cliente, attraverso un ascolto attento e partecipato, a diventare consapevole dei propri obiettivi e a realizzarli”. Un sistema vincente che parte da un assunto fondamentale: l’unicità dell’individuo. “Ognuno è irripetibile, coi suoi vissuti e le proprie caratteristiche. Il coach, tramite la relazione di coaching, aiuta il cliente ad allenare le potenzialità, mettere a fuoco le potenzialità e sviluppare piani d’azione utili a raggiungere obiettivi sfidanti. Motivazione, affermazione di sé, aumento dell’autostima, miglioramento dei propri rapporti relazionali e lavorativi, perfezionamento delle proprie prestazioni sportive… “il coaching – prosegue Bandieri – aiuta a entrare in sintonia con le nostre emozioni, ad accrescere la sicurezza e, di conseguenza, a far sentire la persona a proprio agio con se stessa e gli altri. Il coach non è una guida, è il cliente che trova le risposte a seconda del suo vissuto e del suo bagaglio esperienziale”. Ma come mai oggi il coaching va tanto di moda? “Sempre più spesso  – conclude Bandieri – le persone sentono la necessità di essere ascoltate da qualcuno ma, nella realtà in cui siamo calati, la propensione all’ascolto è merce rara. Nel coaching, l’obiettivo finale è quello di instaurare un dialogo capace di accompagnare il cliente verso la felicità”. Dove c’è la ghianda, il Coach vede la quercia, ha piena fiducia nello sviluppo delle potenzialità delle persone e nelle capacità di ciascuno di trovare in sé le risposte giuste ai propri problemi. Si tratta di focalizzare mete specifiche per trovare le strategie più adeguate. Occorre saper gestire convinzioni e atteggiamenti limitanti per affrontare al meglio il nuovo, agire per trasformare la paura del cambiamento in un’energia tesa allo sviluppo e alla trasformazione della persona . Per info: replatus@yahoo.com – 380.4398920 (ore pasti).
Jessica Bianchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here