I retroscena dell’arte…

0
48

Sabato 15 e domenica 16 giugno musica e danza saranno protagoniste indiscusse della scena carpigiana: torna infatti, per la sua seconda edizione, Notturno. Musica e Danza in festa, la rassegna ideata e diretta da Valentina Maddalena Lugli pensata per offrire a un pubblico di ogni età, l’opportunità di approfondire le proprie doti in questi due campi, attraverso seminari con professionisti di provata qualità e di assistere a spettacoli serali. La rassegna – organizzata in collaborazione con Centro sociale Loris Guerzoni, Arci e Anecscao, con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, San Rocco Arte & Cultura, Unipol Assicurazioni e Assicoop, con il patrocinio del Comune di Carpi e l’ausilio di Cefac – è anche una preziosa occasione per il Guerzoni di aprirsi ancor di più alla città, soprattutto, “per stabilire un contatto con le giovani generazioni; passaggio indispensabile considerate le oggettive difficoltà che abbiamo per assicurare il ricambio generazionale dei nostri volontari”, ha commentato il presidente del circolo Giancarlo Veroni. “Tolte le spese – prosegue Veroni – il denaro raccolto sarà donato in beneficenza, probabilmente a favore di progetti legati alla ricostruzione post sisma”. Ma la vera novità di Notturno è rappresentata dalla sua anima duplice, come spiega la direttrice artistica Valentina Maddalena Lugli. “Come artista credo fortemente nella necessità di promuovere l’arte in quanto professione: proprio per questo ho avvertito l’esigenza di costruire una rassegna che potesse vantare un programma del quale facessero parte artisti affermati, che però affiancassero, alle performance sul palco, veri e propri incontri e seminari con i ragazzi, in qualità di insegnanti. L’obiettivo è infatti quello di mostrare quanto lavoro si celi dietro all’arte. Nessun artista si improvvisa: la sua professionalità è il frutto di anni di lavoro, disciplina, sacrificio e dedizione. Queste due giornate offriranno la possibilità ai partecipanti di dare un assaggio all’arte e al lavoro che vi sta dietro. Troppo spesso, infatti, il percorso per giungere a una consapevole maturità artistica viene sottovalutato e banalizzato”. Un altro elemento fondante della rassegna è il suo carattere locale: “tutti i professionisti che ho invitato – conclude Lugli – sono talenti straordinari del nostro territorio. Artisti a tutto tondo non sempre valorizzati quanto meriterebbero”.
Ad aprire le danze, sabato 15 giugno, dalle 15 alle 16.30, sarà Dumdum Lab, un laboratorio di musica e percussioni per genitori e bimbi – dai 4 ai 7 anni – curato dalla musicista, percussionista ed esperta di laboratori musicali nelle scuole Anna Palumbo; dalle 17 alle 18.30, una lezione di danza classica a cura di Ecöle Klassique, tenuta dalla direttrice e ballerina Serena Marchetto, dedicata a danzatori a partire dai 15 anni, che abbiano già acquisito un livello di tecnica avanzato; nel pomeriggio ci sarà spazio anche per la danza e la musica africana, dalle 18.30 alle 20, con il musicista e insegnante di danza Sourakhata Dioubate; non mancherà neppure A Gospel Experience, un seminario dedicato al canto, dalle 16.30 alle 19, con la cantante jazz Sandra Cartolari e la pianista Alessandra Fogliani. Inizierà invece alle 21.30 lo spettacolo serale, con la partecipazione del trio musicale Minou Griots, dell’ensemble Gospel Experience, della danza neoclassica di Ecole Klassique e della musica e danza africane Ginefare. Domenica 16 giugno si parte alle 10.30 con La risonanza del Sublime: l’idea della musica in Occidente, un seminario sull’evoluzione del rapporto tra parole e musica nella cultura occidentale condotto dal musicista, compositore e teorico della musica Alessandro Pivetti, e rivolto a studenti di musica, appassionati di storia e filosofia, studenti universitari e insegnanti di tutti i livelli; dalle 11 alle 13 e dalle 14.30 alle 16.30 si potrà poi seguire il workshop di sassofono Una giornata con Gianni Vancini, tenuto dallo stesso musicista, che vanta collaborazioni con artisti di fama nazionale e internazionale; dalle 16 alle 17.30 ci sarà poi la possibilità di approfondire le proprie abilità con il Laboratorio di danza espressiva tenuto dall’artista Valentina Maddalena Lugli; chi ha la passione per le corde potrà invece seguire, dalle 17.30 alle 19, la Lezione concerto con il Bruskers Guitar Duo, composto dai chitarristi Eugenio Polacchini e Matteo Minozzi. Alle 21.30 inizierà il secondo spettacolo serale, tra repertorio classico e jazz, che vedrà protagonisti il Bruskers Guitar Duo e Gianni Vancini con Souls United. A condurre le serate sarà Andrea Barbi. Durante la manifestazione saranno allestiti stand gastronomici con distribuzione di gnocco, birra, gelato e servizio bar, mentre all’interno dell’auditorium sarà visitabile una mostra fotografica dell’Associazione Culturale Il Monocolo. Tutti i seminari sono a partecipazione gratuita, mentre l’ingresso per un singolo spettacolo serale è di 12 euro (l’abbonamento per i due show è di 20 euro).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here