Il sabato del villaggio della Modena – Carpi

0
73

“La donzelletta vien dalla campagna…” di leopardiana memoria costituisce la rappresentazione plastica della considerazione in cui sono tenuti gli utenti della Modena-Carpi-Mantova. Con l’orario “estivo” che entra in vigore il prossimo 9 giugno vengono soppresse anche il sabato, oltre alla domenica, le 28 “corsette” ora previste. Prevedibile conseguenza la riduzione dei servizi di biglietteria di Carpi che al sabato verrà chiusa alle 13, una decisione già operativa.
Le promesse fatte pubblicamente dal responsabile del Servizio Ferrovie della Regione Maurizio Tubertini e dallo stesso direttore generale di Tper Claudio Ferrari all’introduzione del servizio cadenzato trovano una ulteriore smentita dai fatti. Lo stesso direttore di Trenitalia Davide Diversi, dopo aver assicurato a Federconsumatori e al Comitato Utenti la documentazione sulle frequentazioni dei treni e il livello di gradimento del nuovo servizio, nella pratica le ha poi negate
e ora interviene “in camuffa” per tagliare le basi dello stesso servizio cadenzato.
Federconsumatori e il Comitato Utenti Ferrovia Modena-Carpi-Mantova denunciano questa incredibile e ingiustificata decisione di tagliare il 50% dei servizi del sabato senza la minima comunicazione preventiva e ne richiedono l’immediato ripristino. Utenti, Federconsumatori e Comitato Utenti dichiarano la loro mobilitazione in difesa di un servizio di trasporto pubblico efficiente e realmente disponibile, tutto il contrario del servizio proposto, fatto con personale e materiale rotabile residuale. Aderiscono fin d’ora alle iniziative che metterà in
campo il Comitato Regionale Utenti Ferrovie Emilia Romagna sulle stesse tematiche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here