Movida a bordo vasca

0
82

L’unione fa la forza. Lo sanno bene i due studenti carpigiani Matteo Gianniello e Federico Guerinoni che, grazie al successone riscosso col loro Freedom Music Festival, dello scorso aprile al Palazzetto, si sono fatti notare in città e ora sono pronti a rilanciare. Grazie al sostegno di Cefac & Arts e Albatros, la società che gestisce la Piscina Comunale di Carpi, e al patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Carpi infatti, i due giovanissimi hanno deciso di dare nuova linfa alla movida carpigiana a bordo vasca. “Freedom Pool Party costituisce una sfida nuova e stimolante per noi – ha commentato Matteo – e si pone l’obiettivo di creare un polo di aggregazione giovanile in città, rivitalizzando l’offerta e sfruttando gli spazi all’aperto della piscina per quattro serate dedicate ai giovani del territorio, all’insegna di musica, buon cibo e divertimento senza eccessi. Non ci saranno nomi di spicco – precisa – perchè il nostro desiderio è quello di valorizzare i giovani talenti del nostro territorio, dando loro spazio e voce”. Ogni evento sarà a tema (sabato 8 giugno, venerdì 12 luglio, venerdì 2 agosto e sabato 7 settembre) e assicurerà dodici ore di divertimento no stop, a partire dal pomeriggio e fino a tarda notte: “l’attrazione pomeridiana principale naturalmente sarà la piscina stessa, poi è previsto un momento cena, cui seguirà tanta musica, con dj e band locali”, conclude Federico Guerinoni. Quattro momenti dedicati al divertimento “a due passi da casa – ha sottolineato il presidente di Albatros, Lamberto Menozzi – e in uno dei più begli impianti natatori della Regione, con una vasca esterna di 50 metri per 20 e immerso in un vasto parco”. Durante le quattro giornate verrà promossa anche la Carta Giovani del Comune di Carpi, per incentivare strumenti che forniscano ai ragazzi occasioni di crescita e, come ha ribadito l’assessore alle Politiche Giovanili, Alessia Ferrari, “li facciano sentire protagonisti attivi della loro città”. Soddisfazione anche da Simone Ramella e Roberto Saltini, rispettivamente coordinatore eventi e titolare di Cefac & Arts. “La sinergia creatasi tra i vari attori che hanno ideato e costruito questa quattro giorni – ha commentato Saltini – è estremamente positiva e sono convinto possa dare frutti importanti. Se i fatti ci daranno ragione intendiamo continuare su questa strada”. Un tentativo concreto, seppure non risolutivo, di rilanciare l’immagine di una piscina ormai stremata dalla tanta attesa d’esser rinnovata…
Jessica Bianchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here