Momenti da ricordare

0
107

Si è conclusa la kermesse di eventi religiosi e spettacolari legata ai festeggiamenti del patrono cittadino. Grazie agli sforzi profusi dal Comitato Festa del Patrono, malgrado i capricci del tempo, tutto si è svolto nel migliore dei modi. Venerdì 17 maggio, nel Cortile d’Onore, sold out per la Cena a palazzo organizzata da Cefac&Arts a cura di Simone Ramella, Francesco Gozzi e Oltrecafè Starlight. Apprezzatissima anche la due giorni dedicata al Terzo Settore. La terza edizione della Primavera del Volontariato – organizzata da Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi e Fondazione Casa del Volontariato, in collaborazione con Consulta comunale C delle attività umanitarie e socio assistenziali e Centro Servizi per il Volontariato – ha portato decine di associazioni e centinaia di volontari, in Piazza Martiri, per farsi conoscere dalla cittadinanza, che ha risposto con entusiasmo e partecipazione. Centinaia le persone fermatesi presso le varie bancarelle: chi per chiedere informazioni sulle attività di una specifica associazione, chi per comprare qualche prodotto, chi per farsi un’idea di quanto vasto e variegato sia il mondo del volontariato del territorio. Nel corso della giornata anche il parlamentare carpigiano Edoardo Patriarca, da sempre attivo nel Terzo Settore, ha visitato la manifestazione e portato il suo saluto ai volontari. Numerose poi le famiglie accorse al Parco delle Rimembranze per dedicarsi insieme ai propri bambini alle tante attività di promozione sportiva organizzate all’aria aperta. Sabato sera, nonostante il vento freddo, gradita anche la sfilata in Piazza, promossa da Rocco Cagnè e presentata dagli Strani di Radio Bruno, Enrico Gualdi e Sandro Damura. Domenica 19 maggio invece, Carpi si è svegliata sotto una pioggia battente e il rumore dei tacchetti dei 150 cicloturisti griffati Rock No War che, alle 7.15, sono partiti accompagnati da una colorata e vivace carovana, per l’ottava edizione della Pedalata per la Pace. Accoglienza calorosa alla partenza per Paolo Belli ed Enrico Salimbeni che, insieme a Giorgio Cimurri e Luca Pini, sono stati i primi vip sui pedali. In mezzo al gruppo svettava anche il sindaco di Carpi, Enrico Campedelli. Il tour ha attraversato le cittadine colpite dal sisma di maggio e a San Felice finalmente è stato baciato dal sole. Sempre domenica, alle 22,30, è stato il turno del suggestivo spettacolo sui trampoli davanti alla Torre dell’Uccellieraza, a cura di Prestige Eventi, dedicato al mito di Proserpina. Quadri in musica che ci hanno portato indietro nel tempo. Aula liturgica di Quartirolo gremita invece, in occasione del Concerto per la nostra festa, con l’Orchestra Coccia di Novara, diretta dal maestro Renato Beretta. Durante il concerto è stato consegnato il premio Amore Oltre le bandiere intitolato a Mamma Nina al Centro di aiuto per la vita di Carpi e all’associazione Medici senza Frontiere. L’appuntamento è al prossimo anno.
J.B.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here