In arrivo nove letti elettrici per l’Ospedale di Carpi

0
52

L’Associazione Anaao-Assomed, sindacato che rappresenta i medici dirigenti, ha donato all’Ospedale Ramazzini di Carpi 20mila euro, somma con la quale saranno acquistati 9 letti elettrici, progettati per agevolare gli operatori sanitari nelle loro funzioni di assistenza e cura, per fornire al paziente massima sicurezza e autonomia e prevenire i danni da carico durante la movimentazione dei pazienti. Le nuove attrezzature saranno in particolare destinate ai Reparti di Lungodegenza e Urologia. Un gesto di generosità, quello di Anaao-Assomed Emilia Romagna, che è stato fortemente voluto sin dai primi giorni dopo il sisma e che ha interessato oltre all’Azienda Sanitaria modenese anche quella di Ferrara. All’Ausl di Modena, che ha subito maggiori danni, sono andati 20mila euro, mentre all’Ausl di Ferrara sono stati destinati 6mila euro che saranno impiegati per mettere in funzione otto carrelli per il Reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale di Cento.
“Il terremoto ha innescato una ‘gara’ di solidarietà per favorire la ricostruzione – hanno spiegato Claudio Aurigemma, Paolo D’Aquino, Francesco Melandri, Beniamino Lo Monaco e Giampaolo Papi, rappresentanti di Anaao-Assomed – e noi, in rappresentanza dei medici a livello locale, regionale e nazionale, abbiamo voluto partecipare con un contributo per manifestare solidarietà e vicinanza alla popolazione e ai colleghi. Si tratta di un gesto che ha anche un forte valore simbolico, perché mai come in circostanze così drammatiche è importante richiamarsi allo spirito di solidarietà e attenzione per gli altri, valori fondanti nella professione di medico”.
“Quello di oggi – ha aggiunto il direttore generale dell’Azienda Ausl di Modena,  Mariella Martini – è l’ennesimo segnale di un’attenzione straordinaria nei confronti di un’intera comunità che ha subito ferite profonde. Per restituire al territorio servizi pienamente efficienti è necessario l’aiuto di tutti. Il generoso gesto di Anaao-Assomed è per noi un ulteriore stimolo per lavorare al meglio e cercare di superare definitivamente le tante difficoltà che da mesi stiamo affrontando, potendo contare sul lavoro di tanti operatori che hanno dato prova di professionalità e abnegazione”.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here