Handicap un accordo da 2,4 milioni di euro

0
36

Oggi, 23 gennaio, presso la sala del Consiglio Comunale, è stato sottoscritto il nuovo Accordo distrettuale per l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità frequentanti i nidi e le scuole d’infanzia (comunali, statali e paritarie), le scuole primarie e secondarie statali e paritarie dell’Unione delle Terre d’Argine.
I diversi soggetti che si occupano di rendere effettiva l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità ovvero l’Ente locale, l’Azienda Usl, le Istituzioni scolastiche statali e paritarie, con la collaborazione delle famiglie, attraverso questo importante strumento normativo possono governare le articolate azioni che sono necessarie per garantire a tutti gli alunni con disabilità la necessaria cura all’interno del contesto scolastico. Nell’Accordo distrettuale sono, infatti, precisati i tempi, le procedure, le risorse, le competenze al fine di condividere la responsabilità del processo d’integrazione degli alunni con disabilità, nella consapevolezza che soltanto il lavoro congiunto di tutte le istituzioni può agevolare il progetto di vita di ciascun alunno.
Per ogni bambino o ragazzo è necessario costruire progetti di integrazione scolastica che rispondano alle caratteristiche individuali dell’alunno stesso, alle esigenze delle famiglie, alle organizzazioni dei differenti contesti scolastici. Gli accordi distrettuali offrono, a tutti i soggetti istituzionali coinvolti e alle famiglie, la possibilità di utilizzare uno strumento condiviso che garantisca il fondamentale coordinamento delle risorse che possono essere attivate per la costruzione dei progetti di integrazione scolastica degli alunni con disabilità. Le risorse principali sono il personale di sostegno alla classe (di competenza dello Stato, per le scuole statali o dell’Unione per i servizi comunali), l’eventuale personale educativo-assistenziale (di competenza dell’Ente locale), le figure dei Tutors nelle scuole secondarie di 2°grado, gli ausilii, la fornitura di libri trascritti in braille o ingranditi e tutto ciò che, alla luce dell’analisi dei bisogni degli alunni, possa essere necessario per un’effettiva integrazione scolastica.
Le istituzioni coinvolte nella ridefinizione degli accordi distrettuali per gli alunni con disabilità (Ente locale, AUsl, scuole e famiglie) hanno condiviso un percorso di analisi e modifica di alcuni aspetti legati a scadenze temporali e procedure, rispetto al precedente accordo distrettuale (approvato nel 2007 e rinnovato nel 2009). Il testo definitivo è stato è stato presentato al Consiglio dell’Unione delle Terre d’Argine e approvato, all’unanimità, in data 19 dicembre 2012. La scadenza dei nuovi accordi distrettuali è fissata nell’anno scolastico 2016/2017.
Gli alunni con disabilità frequentanti le scuole dell’Unione nell’anno scolastico 2012/2013 sono complessivamente 309, di cui 10 nei nidi d’infanzia, 34 nelle scuole dell’infanzia, 137 nelle scuole primarie, 72 nelle scuole secondarie di 1°grado e 56 nelle scuole secondarie di 2° grado.
Per quanto riguarda le risorse economiche messe a disposizione per il personale (PEA e tutor) e per gli altri strumenti ed ausilii individuati e previsti nell’accordo distrettuale, l’Unione ha stanziato tra prestazioni, trasferimenti alle scuole e investimenti, oltre 1.600.000 euro: 165.000 euro a Campogalliano, oltre un milione (1.040.000 per la precisione) a Carpi, circa 150.000 per i servizi scolastici di Novi di Modena e oltre 265.000 per quelli di Soliera.
A questi interventi vanno aggiunte le spese sostenute, sempre dal Settore Istruzione dell’Unione delle Terre d’Argine, per i contratti del personale assunto direttamente come appoggio per le sezioni dei nidi e delle scuole di infanzia comunali che hanno bambini con disabilità certificate. Si tratta di oltre 760.000 euro di risorse previste per il 2013 (l’87% destinate ai servizi di Carpi, il 6% a Novi, il 5,5% a Campogalliano ed il rimanente 1,5% a Soliera).
L’Accordo distrettuale impegna quindi per l’Unione delle Terre d’Argine circa 2 milioni e 400.000 euro, finalizzati a favorire l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here