Sicurezza e convenienza non sempre vanno a braccetto

0
180

Gas 5% sconto per tutti è l’offerta commerciale, lanciata in questi giorni da Sinergas, “riservata non solo a nuovi clienti, ma anche a quelli già esistenti” sottolinea Marco Orlandini, direttore generale, precisando che Sinergas al momento è l’unica società che estende le campagne promozionali per l’acquisizione di nuovi clienti anche ai propri, con l’obiettivo di fidelizzarli. “Sinergas è una società di vendita con azionisti locali: clienti e know how costituiscono il suo patrimonio principale e, per questo, non può permettersi di perdere credibilità, nemmeno facendo concorrenza alle altre cinquanta società di vendita presenti sul territorio”. Nel plico di una decina di pagine stampate fronte e retro che è stato recapitato a casa dei clienti ci sono la documentazione informativa e la proposta di contratto per la nuova tariffa Gas 5% sconto per tutti e viene chiarito, sin dalle prime righe, che si tratta di “un’offerta commerciale per il libero mercato del gas”, il che comporta che il cliente debba abbandonare il servizio tutelato. “Qualunque variazione rispetto alle condizioni regolate dall’Autorità deve essere proposta sul libero mercato” chiarisce subito Orlandini, esprimendo qualche perplessità sul futuro del servizio di tutela che condiziona, non sempre favorevolmente, il prezzo del gas. “Il cliente non può pensare di avere contemporaneamente la sicurezza degli approvvigionamenti e il prezzo favorevole del gas, perché le due cose non vanno sempre a braccetto”.
Sul fatto che lo sconto del 5% promesso dall’offerta si riduca a un 3/4% nella scheda di confrontabilità allegata da Sinergas alla documentazione, il direttore generale Orlandini spiega che lo sconto del 5% viene applicato, così come chiarisce il depliant pubblicitario, alla componente energia del prezzo, cioè alla materia prima, in questo caso il gas; mentre nella scheda di confrontabilità è riportato lo sconto finale che il cliente si ritrova in bolletta considerando l’incidenza degli altri costi relativi alla componente distribuzione (trasporto, stoccaggio…). “E’ la scheda di confrontabilità a rivelare la convenienza delle offerte commerciali: i cittadini da lì capiscono se un’offerta commerciale è favorevole e quanto”, precisa Orlandini. Nel caso specifico di un’abitazione in cui si consumino 1.400 metri cubi di gas all’anno, la bolletta sarebbe di 817,32 euro con l’offerta 5% sconto per tutti, rispetto agli 846,71 euro del servizio di tutela con un risparmio di 29,39 euro pari al 3,47%. Più il consumo aumenta, più aumenta il risparmio (chi consuma 5.000 metri cubi di gas risparmia 104,99 euro) ma vale la pena aderire all’offerta per uno sconto di 30 euro? “Chi si lamenta degli effetti della crisi – risponde Orlandini – può trovare importante risparmiare anche quei 30 euro”.
Sara Gelli

La telefonata

Il call center di Sinergas supera la prova. La voce femminile che risponde, senza conoscere la nostra identità, fornisce informazioni con competenza e sicurezza. Davanti alle domande più tecniche non si è arresa, ma non avevamo la pretesa che potesse rispondere anche a quelle.
Pronto, buongiorno. Io vorrei qualche informazione sull’offerta Gas 5% sconto per tutti. Posso chiedere a lei?
“Chieda pure a me, signora”.
Se ho capito bene c’è uno sconto del 5% sul gas?
“Sì, sulla quota della materia prima del gas”.
Ma cosa cambia per me? Resto sempre in Sinergas?
“Allora, lei rimane sempre in Sinergas, ma la sua offerta viene variata. Se lei ha già un’altra offerta di mercato libero le viene variata e le viene fatta questa, se lei non ne ha mai avuta attiva una, lei passa dal mercato tutelato al mercato libero. In questo caso, per questo tipo di offferta, noi manteniamo la revisione del prezzo ogni tre mesi, la fatturazione bimestrale con possibilità di comunicare la lettura, la delega bancaria se è attiva, solo che passiamo tutte queste condizioni sul mercato libero, che è il terreno sul quale il gestore può fare delle proposte al proprio cliente”.
Non mi conviene rimanere nel servizio tutelato?
“Tecnicamente no, perché mantenendo le stesse condizioni, con questa offerta lei ha uno sconto. Le dico anche questo, se lei si sente più tranquilla a rimanere nel mercato vincolato può farlo perché si aderisce previo consenso, non è obbligatorio aderire all’offerta. Nel momento in cui però lei, ipoteticamente, provasse ad aderire a questa offerta e, per qualsiasi motivo, che non è tenuta a dirci, non le dovesse piacere, anche prima dei due anni, in qualsiasi momento, con la lettura del contatore, lei mi può telefonare e io la posso far tornare al mercato tutelato. Quindi, anche provare in questo caso è una cosa semplice e assolutamente reversibile”.
Voto 8.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here