Mai più un altro 25 aprile di sangue

0
105

Moderazione della velocità in centro storico, parziale pedonalizzazione di Piazza Martiri e omogeneizzazione degli accessi al centro. Sono questi i tre obiettivi principali che l’Amministrazione Comunale di Carpi si pone attraverso l’istituzione del progetto Moderazione del traffico in centro storico. A partire dal 1° febbraio infatti verrà istituita la creazione di una ‘zona 30’ il cui cuore sarà proprio Piazza Martiri. Dalle riflessioni fatte dopo la tragedia del 25 aprile 2011, la strage che, lo ricordiamo, causò tre vittime in Piazza, è emersa con forza la necessità di tutelare le utenze deboli, ovvero pedoni e ciclisti. “La sicurezza stradale è tra le nostre priorità – ha commentato l’assessore alla Viabilità, C. Alberto D’Addese – questo principio viene ribadito attraverso il richiamo alle normative vigenti e al rispetto di una gerarchia stradale che ha l’obiettivo di creare una distinzione tra le diverse tipologie di traffico”.
Unitamente all’abbassamento del limite di velocità all’interno del centro portandolo a 30 km/h, verrà estesa la pedonalizzazione anche a Piazza Martiri mantenendo una piccola porzione di ZTL a nord, adiacente al sagrato della Cattedrale, funzionale al trasporto pubblico urbano Arianna e al collegamento tra i corsi Fanti e Cabassi. Prevista anche una regolamentazione fisica degli accessi in Piazza, mediante l’utilizzo di oggetti d’arredo urbano, “attraverso la realizzazione di varchi di entrata e uscita – ha spiegato Paolo Gualdi, Mobility manager del Comune di Carpi – che avrà la funzione di indirizzare i veicoli verso traiettorie predefinite e aumentare così la sicurezza di pedoni e ciclisti”. Ma la vera novità riguarda l’introduzione di limiti temporali severi per accedere a Piazza Martiri: l’area sarà infatti off limits, per transito e sosta, nei giorni festivi, durante ogni tipo di manifestazione e nei giorni di mercato (dalle 5.30 alle 14.30), eccezion fatta per mezzi di soccorso e Forze dell’Ordine.
Nei giorni rimanenti gli unici veicoli a motore che potranno calpestare il porfido saranno i veicoli autorizzati e muniti di pass: circa 700 i permessi permanenti rilasciati dal nostro Comune (residenti, commercianti, fornitori, associazioni di volontariato…). E la Polizia Municipale promette controlli a tappeto, come spiega il comandante Daniela Tangerini: “come per ogni novità dopo un periodo di informazione e, quindi, di esclusiva prevenzione, procederemo controllando che tutti rispettino la nuova normativa”.
J.B.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here