Insieme si può!

0
73

Domenica 18 novembre lo staff della Macelleria Papotti di Fossoli e alcuni amici di Butchers for Children sono partiti alla volta di Arzignano in Provincia di Vicenza. Ad attenderli un carismatico Stefano Asola, presidente dell’Associazione Tris Car CIub che ha organizzato un pranzo solidale a favore del progetto Insieme per ricostruire.“In occasione della consegna di un modulo abitativo a una famiglia colpita dal sisma a Rovereto sul Secchia, attraversando il centro storico della cittadina – ha spiegato Asola – ci siamo imbattuti in uno striscione che diceva: L’Emilia è ancora scossa, diamoci una mossa! L’irreale silenzio che ci circondava, urlava la necessità di questo nostro segno – e di tanti altri – di solidarietà per alleviare, almeno in parte, il grande disagio di non poter avviare subito la ricostruzione”. Con questo spirito, insieme a un gruppo di persone di buona volontà, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Arzignano e della Fondazione Città della Speranza è stato organizzato un pranzo di solidarietà: crostini di marmellata di maiale battuta a coltello, ciccioli montanari, tris di minestre, tris di secondi piatti, contorni e dessert. Il pranzo solidale, tenutosi nel salone della Parrocchia di San Bortolo di Arzignano ha permesso di raccogliere 3.750 euro, consegnati personalmente nelle mani del fossolese Roberto Papotti, macellaio e artigiano che ha dato vita, subito dopo gli eventi sismici di maggio, al progetto Insieme per ricostruire. Insieme a lui, anche altri colleghi facenti parte del gruppo Butchers for Children, che si distingue da anni per l’impegno sociale nei confronti dei più piccoli. “Dopo importanti obiettivi raggiunti nel corso di questi ultimi mesi – ha dichiarato la figlia Chiara Papotti – siamo stati contattati da vari enti che hanno a cuore il bene dell’infanzia; attualmente stiamo valutando quale progetto è più urgente per la nostra comunità al fine di poter investire la somma raccolta ad Arzignano e le eventuali donazioni future”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here