A Carpi è arrivato il ciclone Pole Dance

0
523

Presso la palestra Body Village Club al civico 36 di via Bramante a Carpi è arrivata la Pole Dance Carpi, la prima scuola ufficiale della disciplina nel nostro territorio, associata alla Pole Dance Italia. Ad insegnare le tecniche di Pole Dance è la 27enne carpigiana Giada Paone che ha raccontato gli inizi della sua passione per la danza, e nello specifico per questa attività: “da sempre coltivo l’amore per la danza e lo spettacolo in generale. Ho iniziato il mio percorso sportivo da piccolissima, dedicandomi ad attività inerenti l’armonizzazione del corpo tra le quali il pattinaggio artistico, la ginnastica ritmica e la danza classica. Nel 2006 mi sono avvicinata ai balli latino americani, manifestando naturale propensione e ottime capacità, al punto che dopo solo un anno e mezzo di pratica, ho incominciato ad insegnarli presso la palestra La Patria e l’ex Palaspace, quando ancora era sotto la vecchia gestione. In quest’ultima palestra mi hanno poi proposto di introdurre il corso di Pole Dance. Per mia garantire un allenamento professionale ai miei allievi, prima di cominciare ad insegnare ho frequentato un corso presso la Pole Dance Reggio Emilia. Entusiasmata dalla disciplina, ho cominciato a studiarla approfonditamente sia in palestra che a casa, installando un palo nel mio salotto. Dopo circa un anno di corso, mentre il Palaspace passava sotto la gestione del Motus- che ho immediatamente abbandonato in quanto mancava di un approccio professionale, che per me è un requisito fondamentale- in seguito alle richieste di alcune mie amiche ho iniziato a insegnare loro i primi rudimenti di Pole Dance, frequentando in contemporanea un corso specifico finalizzato all’insegnamento presso la Pole Dance Bologna, sede principale della FIPD. Successivamente mi sono trasferita con altri pali in una struttura privata a Carpi, dove il gruppo di interessate si è allargato, e finalmente oggi, dopo oltre 2 anni di sfrenata passione e grande dedizione, sono riuscita ad aprire la Pole Dance Carpi, associata alla Pole Dance Italia. Per continuare a migliorare le mie competenze seguo tuttora il corso a Bologna della mia insegnante Elisa Di Chello, e partecipo inoltre a vari workshop in giro per l’Italia con campionesse internazionali al livello di Anastasia Skukhtorova, Alethea Austin e Sara Brilli”. La Pole Dance è una disciplina innovativa ed unica nel suo genere, che non va assolutamente confusa con la Lap Dance. Infatti, nonostante la consonanza, e la condivisione del palo, si tratta di due attività completamente diverse, poichè la seconda è di fatto un ballo erotico, dove non sono richieste doti atletiche, ma in cui la ballerina, davanti a spettatori abitualmente maschili, dà il via ad una serie di movimenti provocanti. Invece, la Pole Dance non solo è una forma di attività sportiva riconosciuta, ma è anche considerata da molti una performance artistica, e infatti già da anni nel mondo si tengono molteplici campionati di Pole Dance. Nello specifico, ha spiegato Giada: “la pole dance consiste in una serie di figure realizzate con l’ausilio di una pertica che può essere utilizzata in maniera statica o girevole (spin). L’allenamento dura complessivamente 1 ora e si suddivide in quattro fasi: la prima di riscaldamento, la seconda di rafforzamento del corpo e della muscolatura profonda, la terza di studio delle figure attorno al palo (nomi, prese, passaggi, varianti, combo ecc.) e l’ultima, breve, fase di defaticamento e stretching. Si tratta di una tipologia di allenamento che non prevede limiti di età, peso o di preparazione fisica, perchè l’allenamento è progressivo e graduale, quindi tutta la muscolatura che viene interessata si sviluppa man mano, col progredire della difficoltà didattica. Al di là del rafforzamento muscolare di tutto il corpo, e della tonificazione soprattutto a livello addominale, la Pole Dance offre la possibilità a chi la pratica di sentirsi appagata nel raggiungimento degli obiettivi. Spesso infatti, figure che sembrano dapprima impossibili, risultano essere di facile esecuzione, se fatte con la giusta tecnica sportiva. La Pole Dance è inoltre un’ottima soluzione non solo per mantenersi in forma, ma anche per acquisire maggiore sicurezza in se stessa, migliorare il portamento ed esaltare la propria femminilità senza scadere nella volgarità”. Alla palestra Body Village Club sono accorse in questi giorni donne di varie fasce di età come ha sottolineato Giada: “ le mie allieve hanno dai 18 ai 45 anni, ma l’attività può essere svolta tranquillamente anche da donne più mature. L’unica controindicazione riguarda le donne in gravidanza, e quelle che soffrono di patologie croniche a livello di schiena e spalle, dal momento che sono due zone che vengono molto sollecitate durante gli esercizi. Solitamente le ragazze cominciano il corso per curiosità, ma poi si appassionano immediatamente, perchè la progressione didattica, studiata appositamente, consente loro di riuscire fin da subito a realizzare figure che, seppur complesse a prima vista, in realtà possono essere completate in maniera fluida e senza particolari difficoltà”.
Connubio di danza e ginnastica, la Pole Dance è quindi il modo più divertente per mantenersi in forma e al contempo dare spazio alla propria dimensione femminile.
Chiara Sorrentino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here