Sisma: sale sul tetto dell’azienda per protesta

0
36

E’ sceso dal tetto del suo capannone in lacrime: il terremoto lo ha colpito duramente ma la burocrazia sta lentamente esaurendo le ultime forze.
L’imprenditore Iorio Grulli, titolare di Manifattura Modenese a Rovereto, è stanco di protestare e vuole ricominciare a lavorare ma il suo capannone, a distanza di cinque mesi dal terremoto, è ancora sotto sequestro. Sotto le macerie era rimasta la moglie ferita gravemente e ricoverata all’ospedale: per questo la Procura deve far luce sul cedimento del capannone. Ma il consulente incaricato non si è presentato questa mattina alle 8 all’appuntamento per effettuare i prelievi di cemento.
Iorio Grulli, titolare di Manifattura Modenese a Rovereto era già salito ieri sera sul cornicione del suo capannone devastato dal terremoto e non sarebbe sceso se non all’arrivo del consulente della Procura. A convincerlo a desistere sono stati i carabinieri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here