Sport, spettacolo e solidarietà col Campo dei Galli

0
34

Circa un migliaio di persone ha partecipato al 14° Motoraduno Campo dei Galli che si è svolto sabato 8 e domenica 9 settembre a Campogalliano, nel verde del parco Fluviale del Fiume Secchia, per la prima volta sotto l’egida della FMI, Federazione Motociclistica Italiana. Una due giorni densa di eventi, brillantemente organizzata dal Moto Club Campo dei Galli, presieduto da Mario Bonaccini che, in un’atmosfera goliardica e spensierata, non ha però dimenticato il dramma vissuto dalle tante famiglie colpite dalla violenza del terremoto dello scorso maggio, perchè la solidarietà, fa parte del dna stesso del motoclub. Tutto il ricavato del raduno – aperto a motociclette e scooter, moderni e d’epoca – sarà infatti devoluto a progetti legati alla ricostruzione del nostro martoriato territorio. Circa 300 i centauri iscritti, tra cui una corposa rappresentanza del gentil sesso, come ci spiegano il vicepresidente del Motoclub, Nino Catalano e la moglie Daniela Morellini, storica presentatrice del Cantagalliano. “Anche quest’anno, grazie all’impegno profuso dai nostri soci per allestire e organizzare l’area del raduno con stand, cucine, gazebo e tensostrutture, abbiamo potuto dare ospitalità a una delegazione di amici provenienti dalla Germania – che si è aggiudicata il Premio fedeltà – e a tanti motociclisti accorsi da ogni parte d’Italia, in particolare dalla Val D’Aosta, dal Piemonte, dalla Toscana e dal Lazio”. I partecipanti, oltre a godere della proverbiale ospitalità emiliana, in un clima festoso e godereccio, anche grazie all’organizzazione impeccabile del bar, garantita da Paolo Bonaccini e alle copiose salsicce, perfettamente grigliate dai volontari dell’Associazione L’Albero di Campogalliano, hanno potuto assistere a numerose performance di freestyle, vera e propria novità dell’edizione 2012. Ospite prestigioso del Motoclub è stato il Daboot Team, uno dei più grandi team mondiali di motocross freestyle che vanta tra le proprie fila, il campione Massimo Bianconcini, uno dei pochi piloti in grado di cimentarsi nel backflip, ovvero un salto di 360° con la moto. Insieme a lui, Kevin Ferrari e Luca Zironi, hanno sfidato le leggi gravitazionali a oltre 11 metri di altezza intrattenendo un folto pubblico con uno show ad alto tasso adrenalinico. Durante la due giorni, come sempre aperta a tutti, famiglie comprese, largo spazio a giochi, divertimento e alla musica rock targata Replay 69. I motociclisti hanno avuto anche la possibilità di visitare l’Azienda Ombre di Modena per ammirare la Collezione di auto e moto d’epoca della famiglia Panini. Il motoraduno si è poi concluso con la consegna di alcuni premi da parte di Nino, improvvisatosi presentatore, coadiuvato dalla moglie e da due vallette portacolori dell’Italia, insieme all’immancabile Obelix, alias Giuliano “Benna” Bennati (mitico simbolo del Club).
Jessica Bianchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here