Quando cucina e ospitalità si incontrano…

0
62

Il 27 agosto l’Hotel Touring ha finalmente riaperto i battenti. Più bello e sicuro che mai. Dopo le terribili scosse sismiche di maggio infatti, il prestigioso albergo di proprietà della famiglia Molinari-Tarabini, è stato chiuso per essere rimesso completamente in sicurezza e garantire così a clienti e dipendenti la massima serenità. “Il 29 maggio – ci spiegano la responsabile commerciale Marina Brentonego e il direttore Marco Malavasi – l’albergo era quasi al completo ma, considerata la gravità del terremoto delle 9 e il susseguirsi continuo di scosse, su consiglio di Gianguido Tarabini, abbiamo provveduto a evacuare immediatamente i locali”. Dalle 17 del 29 maggio, il Touring è rimasto chiuso per quasi tre mesi per far fronte a numerosi lavori.

“L’albergo, dal primo piano in su non aveva riportato lesioni, – continua Marina – mentre il piano terra e la sala adibita alle colazioni necessitavano di essere rimessi in sicurezza al più presto. Tutte le colonne portanti sono state rinforzate, mentre alle pareti divisorie sono state applicate delle grate metalliche per renderle più stabili”. L’Hotel, risalente agli Anni Sessanta e ristrutturato nel 2002 è stato oggi adeguato, “in larga misura, secondo i nuovi criteri antisismici. Fortunatamente – prosegue la responsabile commerciale – la struttura è stata edificata con materiali solidi e questo ci ha preservato da danni ben peggiori ma, ciò che ci ha davvero salvati è stata la forma dell’albergo, costituita da due corpi staccati. Ciò ha permesso alle due parti di reagire e muoversi autonomamente rispetto al sisma senza compromettersi l’una con l’altra. Oggi, dopo i lavori effettuati, il vano scale che le collega è stato reso ancor più flessibile per garantire maggiore antisismicità alle due strutture”.

Quello che è stato ora restituito alla città è uno stabile sicuro: “molti nostri clienti affezionati ci stanno chiamando per rinnovarci la loro vicinanza e numerose sono già le prenotazioni pervenuteci”. La riapertura del Touring poi, è stata impreziosita da un’altra novità: il ristorante annesso all’albergo infatti ha completamente rinnovato i suoi locali e cambiato gestione. Il testimone è infatti passato dalla Famiglia Belloni a Francesco Zelotti e Mattia Gualdi, titolari del Ristorante La Bottiglieria. Negli anni della loro attività nel locale di via Cesare Battisti – lasciato a causa dell’inagibilità dei locali – hanno saputo conquistare tutti i buongustai carpigiani e non con le loro proposte gastronomiche, la scelta dei vini e l’accuratezza del servizio. Una nuova collaborazione tra due nomi importanti dell’enogastronomia e dell’accoglienza di Carpi, quella tra Touring e La Bottiglieria, che promette di far scintille.

“L’ambiente creato da Francesco e Mattia è simpatico, cordiale e solare. Sono convinta che i nostri clienti apprezzeranno la nuova gestione del ristorante che, spero, possa diventare un volano forte per l’albergo. I due ragazzi hanno tanta voglia di mettersi in gioco, certamente vinceranno questa nuova scommessa”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here