Fiori d’arancio tra le scosse

0
97

Sulla parte alta della schiena, lasciata libera dall’abito bianco spuntano, tatuate, due grandi ali d’angelo che s’intonano ai suoi capelli scuri. Ali che sembrano voler librarsi sopra la paura, le scosse e le macerie di questi giorni. Lei è Elisabetta Bondesani, e a trent’anni ha deciso di convolare a nozze con David Barbieri, di un anno più grande. La vita, imprevedibile, regala sprazzi di bellezza anche in un momento tragico come quello che il nostro territorio sta vivendo in questi giorni, è questo che la promessa dei due giovani carpigiani sembra voler raccontare. Si sono sposati ieri mattina (martedì 22 maggio) nel Municipio di Carpi, e una volta usciti hanno posato per alcune foto in Piazza Martiri, proprio mentre i mezzi dei vigili del fuoco, dei tecnici comunali e degli operai di Garc provvedevano a mettere in sicurezza il Torrione degli Spagnoli di Palazzo Pio, abbattendo un pinnacolo pericolante. Vedere la sposa camminare felice in mezzo ai segni del sisma ha incuriosito molti passanti e cittadini che erano lì per osservare le demolizioni. Alcuni di loro hanno anche rivolto qualche domanda ai due, porgendo i propri auguri. Senza volerlo insomma, pare che la felicità palpabile di Elisabetta e David, e la loro promessa per il futuro, abbiano saputo regalare un sorriso di buonumore a molti. “Ci hanno chiesto se intendessimo rimandare – ha commentato lo sposo novello – ma ormai tutto era già organizzato, e non abbiamo voluto. I parenti sono venuti tutti, e soltanto alcuni amici da Roma non se la sono sentiti di rimanere a dormire qui. Non sono abituati alle scosse di terremoto, e avevano un po’ paura”. Oggi i due innamorati sono partiti per un viaggio di nozze che, glielo auguriamo di tutto cuore, non subirà ulteriori scossoni. Questi fiori d’arancio sono una testimonianza di come la vita, in ogni caso, proceda. Nonostante le scosse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here