Individuati i rapinatori della gioielleria Blondi di corso A. Pio

0
120

I Carabinieri hanno individuato i cinque responsabili della rapina avvenuta lo scorso 23 febbraio, ai danni della gioielleria Blondi di Corso Alberto Pio a Carpi. Per i cinque, tutti campani, è scattato l’obbligo di dimora o di firma. Quel giorno un giovane entrò nella gioielleria e, dopo aver finto di voler acquistare un Rolex, afferrò la commessa per il collo tentando di farsi consegnare le chiavi delle vetrinette. La reazione della donna però mise in fuga il malvivente. I Carabinieri, grazie alla testimonianza della commessa, alle riprese degli impianti di videosorveglianza e all’analisi dei tabulati telefonici, hanno dato un volto agli autori della tentata rapina: due ventenni della provincia di Napoli con precedenti specifici, arrivati a Carpi in trasferta grazie alla complicità di tre coetanei, pure loro campani pregiudicati, residenti in città. Il Tribunale di Modena su richiesta degli inquirenti ha emesso un’ordinanza di applicazione di misure cautelari a carico dei cinque. In particolare, ai due autori della tentata rapina il giudice delle indagini preliminari di Modena ha imposto l’obbligo di dimora nel centro di residenza (uno dei due è attualmente in carcere a Santa Maria Capua Vetere per un’altra rapina commessa a Frattamaggiore), mentre per i giovani pregiudicati emigrati a Carpi ha disposto l’obbligo di firma ai Carabinieri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here