La Festa del Pd si tinge di verde

0
106

Si rinnova in città il tradizionale appuntamento con la Festa nazionale del Partito Democratico che sarà ufficialmente inaugurata venerdì 24 giugno, alle 21, alla presenza di Enrico letta, vicesegretario del Pd. “Dopo la straordinaria partecipazione di pubblico dello scorso anno, abbiamo deciso di ripetere la positiva esperienza legata alla green economy; in questa edizione quindi, rilanciamo un tema che consideriamo vitale per il futuro del nostro Paese, ovvero lo sviluppo sostenibile”, spiega il segretario cittadino del Partito Democratico, Davide Dalle Ave. In un’ottica di continuità, la festa rilancerà l’importanza “di individuare modelli economico-produttivi e di sviluppo nuovi, che tengano conto dell’innovazione, delle competenze dei giovani e della ricerca, che insieme preservino le risorse naturali del nostro pianeta, la Green Economy è ormai una necessità, una strada obbligata in una visione di prospettiva. Il governo nazionale di centro-destra, al contrario, attraverso un decreto legge del 3 Marzo scorso, di fatto ha fortemente ostacolato lo sviluppo e la crescita delle fonti di energia alternative, mettendo in grave difficoltà interi settori economici anche nel nostro territorio. Per noi invece, l’economia verde costituisce la via di sviluppo per impostare oggi un mondo più vivibile, per costruire opportunità alle future generazioni, per creare nuovi posti di lavoro e per dare nuovo slancio alla nostra economia”. Tra i numerosi dibattiti in programma nell’agorà della festa, ovvero la centrale Sala Conferenze, si succederanno, oltre a esponenti del mondo imprenditoriale e associativo locali, anche ospiti d’eccezione del panorama politico nazionale. Tra questi citiamo giovedì 30 giugno, Walter Veltroni, intervistato dal giornalista Rai, Luca Ponzi, sul tema: L’Italia è un Paese che può uscire dall’illegalità?. E, ancora, venerdì 1° luglio, Debora Serracchiani e Stefano Bonaccini, intervistati da Pierluigi Senatore, giornalista di Radio Bruno, delineeranno Il PD del futuro, mentre domenica 17 luglio a Carpi giungerà Dario Franceschini, capogruppo Pd alla Camera. La festa è un’occasione di grande importanza per il partito, “per autofinanziarci, basti pensare che lo scorso anno, grazie al prezioso lavoro di oltre 500 volontari, la festa ha incassato 850mila euro lordi e, soprattutto, per entrare in contatto con un pubblico estremamente variegato. La festa infatti, non è solo del Partito Democratico, bensì dell’intera cittadinanza, aldilà di bandiere e colori e politici”. E che la Festa sia fortemente radicata sul territorio è dimostrato dal fortissimo legame che si è costituito tra gli organizzatori e le associazioni di volontariato del territorio, sempre presenti tra gli stand della Festa, dall’Ushac alla Croce Rossa, all’Amo che gestirà la festa, nella sua giornata di chiusura, ovvero il lunedì. Un successo quello della festa del Pd assicurato anche dallo sforzo collettivo di quanti contribuiscono al funzionamento dei quattro ristoranti a gestione diretta (Falò, Osteria, Tradizionale e Pesce) e i due bar (Isola Rossa coi volontari del Circolo Giliberti e il Bar della Collina coi ragazzi del Kalinka). Accanto al programma politico e gastronomico, la Festa offrirà come di consueto, uno spazio commerciale e un’area spettacolo, con numerosi eventi a ingresso rigorosamente gratuito. Qualche nome? Il comico Duilio Pizzocchi, domenica 26 giugno, I Rio mercoledì 29 giugno, i Gem Boy giovedì 7 luglio, Nevruz & Le Ossa martedì 12 luglio, Giuliano Palma & The Bluebeaters mercoledì 13 luglio, i Casino Royale giovedì 14-luglio e Cisco venerdì 15 luglio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here