Unione sì, unione no

0
36

La questione è fondamentale: si tratta di capire se l’Unione Terre d’Argine prefigura una fusione fra i quattro Comuni di Carpi, Novi, Soliera e Campogalliano.
All’Unione, nata nel 2006, compete ad oggi la gestione della Polizia Municipale e dei Servizi educativi e scolastici: dal primo gennaio 2011 si sono aggiunti anche i Servizi sociali dei quattro comuni membri (settore che da solo vale un incremento del volume di bilancio di 13,2 milioni di euro) e il servizio Ced-Statistica. Il Bilancio 2011 dell’Unione avrà, per la prima volta, un volume superiore a quello del Comune di Carpi.
“Noi siamo per il comune unico salvaguardando l’identità e la rappresentanza della comunità – spiega Gian Paolo Travasoni di Rinnovamento per Novi, consigliere comunale insieme a Mauro Fabbri e Riccardo Bassi – le Terre d’Argine sono arrivate a metà del guado: o si procede alla svolta oppure si torna indietro. I bilanci ingessati dei Comuni e le difficoltà nel reperire le risorse inducono a una riflessione politica importante: per noi è strategicamente prioritario capire se la scelta fatta quattro anni fa dai Comuni di Novi, Campogalliano,Carpi e Soliera di creare l’Unione delle Terre d’Argine sia stata giusta, e se oggi abbiamo bisogno di porci nuovi obiettivi che siano più rispondenti alla necessità di liberare risorse umane e finanziarie da destinare allo sviluppo e alla riduzione del debito”.
Interverrà Giuliano Barbolini, senatore PD e relatore per la minoranza per l’attuazione del federalismo fiscale e municipale.
Parteciperà al dibattito il Sindaco di Novi Luisa Turci, che è anche Presidente dell’Unione Terre d’Argine: in un dibattito recente la Turci ha espresso la propria contrarietà rispetto all’ipotesi di fusione. Con lei discuteranno Roberto Benatti, consigliere PDL Terre d’Argine, Giliola Pivetti, capogruppo di Alleanza per Carpi e Travasoni. La Lega Nord non ha accettato l’invito perché direttive dall’alto impongono ai rappresentanti del Carroccio di non partecipare ad alcun dibattito pubblico, probabilmente in considerazione della delicata situazione a livello nazionale. La miscela si annuncia esplosiva e il confronto politico sarà certamente costruttivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here