Marinai non si nasce, si diventa

0
177

Chiudete gli occhi e provate a immaginare: lo sciabordio del mare, il vento e il sole sulla pelle, il profumo della salsedine, il volo dei gabbiani… “Una volta che hai provato non puoi più smettere”. La barca a vela, come ci raccontano i due skipper professionisti Giovanni Cavalli e Michele Boccaletti, rispettivamente presidente e vicepresidente del circolo CarpiVela, è un’emozionante strada senza ritorno. Il circolo carpigiano, con sede a Cortile, è nato quasi per caso, dalla passione di alcuni amici.
“Nel 1986 – ricorda Michele – organizzammo con alcuni compagni di scuola una traversata in barca a vela da Cervia alle coste dell’ex Jugoslavia”. Un battesimo d’acqua mai dimenticato. “Nel 2006 ci ritrovammo tutti a Marina di Ravenna per assistere a una regata e da lì nacque l’idea di concretizzare la nostra passione per il mare e la barca a vela, fondando un circolo”. Sei i fondatori: Massimo Artioli, primo presidente di Carpi Vela, Stefano Boccolari, Serena Tirelli, Massimo Bellodi, Giovanni Cavalli e Michele Boccaletti. CarpiVela, realtà unica nel suo genere in città, che oggi riunisce una cinquantina di soci attivi, offre la possibilità di far conseguire la patente nautica entro e oltre le 12 miglia, di fare corsi avanzati e di viaggiare per mare in sicurezza e libertà. “La collaborazione con la Scuola TST Soldati di Ravenna è nata per coniugare la passione che contraddistingue CarpiVela con la professionalità di una scuola nautica autorizzata. I nostri soci vengono iscritti ai corsi della TST Soldati che si occupano della loro istruzione teorica di base e della presentazione delle domande presso la Capitaneria di Porto di Marina di Ravenna. Il Circolo da parte sua, segue la preparazione velica dei candidati inserendoli nel percorso formativo più adatto al loro grado di esperienza e li supporta”. CarpiVela quindi, garantisce il supporto propedeutico al conseguimento della patente, teorico e pratico, attraverso corsi intensivi e uscite in mare. Numerosi poi i corsi di avviamento alla vela, al mare e alla navigazione che il circolo organizza per i neofiti e corsi avanzati per chi desidera perfezionare la propria “arte marinara”, i quali consentono un approccio più consapevole e sicuro alla navigazione, per imparare a far fronte a qualsiasi emergenza. “La nostra scuola permette di conoscere le barche, confrontarsi con il vento e il mare, affinché ciascuno trovi il giusto ruolo in equipaggio. Nodi, regolazione delle vele, attracchi a vela e a motore, uso dei moderni metodi di navigazione elettronica e satellitare e dei tradizionali sistemi di carteggio e navigazione stimata, sicurezza in navigazione, normale manutenzione dello scafo, delle vele e del motore e altro ancora sono i temi che affrontiamo”.
Il circolo ha anche una squadra agonistica – di cui Massimo Bellodi e Stefano Calanca sono le punte di diamante – che partecipa a numerose regate, grazie al sostegno dei partner Voler Volare e Zetech srl pannelli fotovoltaici. “Grazie a un brevetto di Zetech – racconta Cavalli – a febbraio isseremo sulla barca una vela fotovoltaica. Due pannelli realizzati con un materiale particolarmente duttile che si “incollano” sulla vela e che, a contatto con la luce solare, rendono la barca autonoma sotto il profilo energetico. Evitando l’accensione dei gruppi elettrogeni per avere corrente a bordo saremo eco-sostenibili, una caratteristica fondamentale per noi che tanto amiamo l’ambiente e il mare”. Accanto alla corsistica, CarpiVela organizza anche weekend in mare e crociere dai Caraibi al Mediterraneo. “Tutti coloro che lo desiderano possono seguirci nei nostri viaggi in mare. Anche chi non ha mai vissuto esperienze di questo tipo non potrà che restarne incantato. I gruppi sono piccoli, al massimo una decina di persone, e ogni imbarcazione – monoscafo o catamarano – ha a bordo un istruttore. Ogni itinerario viene studiato insieme, sulla base dell’esperienza velica del gruppo. Navigare in flottiglia è poi un ottimo modo per chi deve prendere dimestichezza alla navigazione, per fare un’esperienza supportata e avvalersi del consiglio di un capo navigazione esperto”. La vela è per tutti, dai grandi ai piccini, “basta non soffrire il mare e amare la natura e la compagnia”. Possedere una barca non è necessario per diventare socio o amico di CarpiVela, nemmeno il circolo ne ha una: “Abbiamo agevolazioni con due società di noleggio a Malcesine sul Lago di Garda e a La Spezia”. Per chi volesse avvicinarsi alla vela per la prima volta, il circolo carpigiano ogni anno, a giugno, organizza a Malcesine, La giornata della vela. “Con 5/6 barche a disposizione, a un prezzo politico – continua Michele – portiamo tutti gli interessati a bordo per far vivere loro l’esperienza della vela in una cornice bella e protetta come quella del Lago di Garda”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here