Il sapore dell’integrazione

0
125

La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella. (Brillat- Savarin).
Con l’Autunno 2010 ricominciano i corsi di cucina multietnici del progetto Mangiamondo nato da un’idea della cooperativa sociale Il Mantello. Mangiamondo è una evoluzione del progetto “Un mondo a tavola” Laboratorio di integrazione per donne straniere.
Il progetto nasce dalle esperienze maturate nel campo della promozione culturale e dell’integrazione degli stranieri, in particolare delle donne, con la diffusione e la valorizzazione della loro cultura.
Attraverso l’attività dei Corsi di Cucina e dei Pranzi multietnici, con il presupposto che il cibo può costituire un importante mezzo di comunicazione tra culture spesso lontane tra di loro, il progetto cerca di sfruttare l’interesse e la curiosità nei confronti dell’aspetto culinario per avviare un dialogo tra di esse e promuovere una maggiore conoscenza reciproca utile al superamento del pregiudizio.
Un metodo insolito ma curioso per valorizzare la figura della donna come mediatrice naturale tra la cultura di appartenenza e la cultura ospitante, fornire alle donne immigrate l’opportunità di trovare un’occupazione che permetta loro non solo di percepire un compenso, ma anche e soprattutto di uscire dall’isolamento e dall’emarginazione che spesso vivono a causa delle difficoltà linguistiche e culturali, infine dando un maggiore coinvolgimento alle comunità e alle associazioni di stranieri nella vita del territorio in cui vivono.
Alla base di tutto c’è quindi il superamento di una cultura del pregiudizio, attraverso la promozione di nuovi valori ispirati ad una “cultura multietnica” dove alla diffidenza e all’indifferenza subentri una cultura della solidarietà.
Negli ultimi tempi l’offerta si sta indirizzando sempre più alle Associazioni di Volontariato, ai privati ed a varie istituzioni come l’assessorato del comune di Novellara che in questo periodo ha richiesto la collaborazione della cooperativa sociale Il Mantello per realizzare cinque serate dedicate al tema “I matrimoni” nell’ambito del progetto interculturale Nessuno Escluso. L’iniziativa, dedicata alla cucina cinese, ha avuto grande risonanza tant’è che solo nella prima serata inaspettatamente erano presenti ben 130 iscritti i quali, oltre ad aver seguito la preparazione di piatti con tanto di spiegazione del cuoco, a fine serata si sono deliziati con un assaggio di ravioli di verdure e pollo alle mandorle. Alla serata non sono mancati gli esponenti dell’assessorato del comune di Novellara e numerosi volontari entrambi molto attivi da anni nel campo dell’integrazione culturale.

In un periodo molto critico in cui la parola integrazione suscita ingiustamente paura e diffidenza, questa cooperativa ha saputo trovare un “saporito” mezzo comunicativo per avvicinare le culture, i popoli ma soprattutto…le persone.

Per maggiori informazioni sui prossimi eventi (corsi di cucina o pranzi multietnici) potete contattare la cooperativa sociale Il Mantello al numero 059.683548 o coordinamento@ilmantello.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here