Il 18 ottobre il porta a porta arriva a Carpi Centro

0
49

Dal 2006 la raccolta differenziata domiciliare dei rifiuti è diventata una realtà, con un indiscutibile successo: a Carpi Nord, Est, Sud e zona industriale Ovest i promotori sottolineano un risultato di oltre il 75% che, da più parti, viene guardato come esempio da imitare. Quest’iniziativa verrà ampliata ad ottobre anche nell’area denominata Carpi Centro: i rifiuti di alcune tipologie (carta e cartone, rifiuti indifferenziati e organici), debitamente separati, verranno ritirati dunque direttamente presso le abitazioni o le attività in giorni ed orari prestabiliti.
Il prossimo 18 ottobre l’ampliamento della raccolta domiciliare interesserà oltre 11.000 abitanti e 640 attività, che si andranno ad aggiungere ai circa 39.000 residenti e alle 2.500 attività presenti nelle zone già coinvolte nell’iniziativa. L’area interessata da questo ampliamento della raccolta domiciliare è delimitata a ovest dalla Tangenziale Losi, a nord da via Giovanni XXIII e da via Manzoni, a est dalla linea ferroviaria e a sud dalle vie Moro Interna, Marx e Nuova Ponente. Il centro storico vero e proprio (individuabile nella zona compresa tra i viali Biondo, De Amicis, Fassi e le vie Catellani e Garagnani) per il momento non sarà ancora interessato dalla raccolta domiciliare.
“Con questa piccola rivoluzione – spiega il Sindaco Enrico Campedelli – vogliamo aumentare sensibilmente la percentuale della raccolta differenziata dei rifiuti e favorire una sempre maggiore qualità ambientale. Grazie al contributo delle zone già servite dalla raccolta domiciliare Carpi ha raggiunto, a fine 2009, il 56% di raccolta differenziata. Con il ‘porta a porta’ è possibile superare il 75%, come dimostra proprio l’esperienza già avviata. Questo ci permetterà non solo di tutelare l’ambiente ma di prolungare la vita dei nostri impianti di smaltimento. L’obiettivo è ambizioso, ma facilmente raggiungibile con la collaborazione di tutti”.
Nei prossimi giorni gli abitanti della zona interessata verranno contattati direttamente da operatori o incaricati di AIMAG, per venire informati al meglio sugli aspetti pratici del nuovo sistema di raccolta. Questo operatore/incaricato vi chiederà un appuntamento e verrà personalmente, dotato di regolare documento di riconoscimento, a raccogliere le eventuali esigenze di attività e30
famiglie. Successivamente una squadra di operatori AIMAG consegnerà sacchetti e contenitori necessari a svolgere la raccolta.
Gli attuali cassonetti grigi per la raccolta dei rifiuti indifferenziati (quelli azzurri per la carta e quelli marroni per l’organico) saranno tolti dalle strade e quindi non più utilizzabili. Per le altre categorie più diffuse di rifiuti (vetro e lattine, plastica) la raccolta continuerà invece in modo tradizionale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here