Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Proteggiamo cani e gatti dalle zanzare!
Carpi | 03 Giugno 2019

Con l’arrivo della bella stagione ecco che si ripresenta il problema delle zanzare, tra cui si annoverano negli ultimi anni specie sempre più aggressive e resistenti. Insetti che, oltre a rappresentare un problema per noi umani, possono causare conseguenze anche molto gravi ai nostri animali domestici. Abbiamo chiesto al dottor Lorenzo Breviglieri, veterinario e titolare insieme alla dottoressa Boni dell’ambulatorio veterinario San Francesco in via Spallazani, 36, come possiamo proteggere i nostri amici a quattro zampe dalle punture di questi insetti e dai rischi che ne derivano.
Quali rischi corrono cani e gatti se vengono punti da zanzare?
“Contrariamente a noi umani, gli animali non sentono fastidio o prurito se vengono morsi da zanzare, per cui è difficile accorgersene, ma le punture della zanzara tigre, così come quelle delle nostrane, possono causare loro irritazioni locali più o meno intense ed essere persino causa di trasmissioni di malattie batteriche, virali o parassitarie. Un esempio su tutti è la trasmissione di microfilarie (forme larvali del parassita Dirofilaria immitis), ovvero la filariosi cardiopolmonare che si trasmette da un cane malato a uno sano attraverso appunto la puntura di zanzara. Questo parassita, innocuo per l’uomo, può invece essere letale per il cane e per gli altri animali domestici”.
Come si può prevenire il contagio di filariosi?
“Effettuando una regolare profilassi contro la filariosi gli animali non corrono alcun rischio anche nel caso dovessero essere punti da zanzare infette. La filariosi può essere prevenuta efficacemente somministrando al cane diversi tipi di prodotto: da tavolette o pastiglie che vanno date all’animale una volta al mese per tutto il periodo di presenza delle zanzare a fialette da applicare come l’antipulci sulla schiena dell’animale una volta al mese. O, ancora, vi sono iniezioni da far fare al veterinario una volta l’anno e che mettono al riparo da eventuali dimenticanze nella prevenzione.
Poi, vi sono una serie di accorgimenti che possono essere utili per limitare le punture pur non essendo da soli sufficienti per proteggerli dalla possibilità di contagio di filariosi. Per esempio, è consigliabile evitare di lasciare i nostri cani all’aperto durante le ore notturne senza un’adeguata protezione; proteggerli durante tutto il periodo di attività delle zanzare (quindi da aprile e ottobre) con gocce o collari dall’effetto repellente. E, ancora, utilizzare zanzariere o prodotti per l’allontanamento delle zanzare dalle nostre case, soprattutto nelle ore serali”.
Chiara Sorrentino

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie