Toto assessori, come sarà la Giunta di Righi?

Il sindaco Riccardo Righi sta lavorando e a breve presenterà la sua squadra

0
1367

Dopo l’elezione, il sindaco Riccardo Righi è al lavoro per comporre la sua squadra e impazza il toto assessori. Nomi certi non ci sono perché il primo cittadino non si è sbilanciato ma al suo fianco punterà ad avere la squadra migliore per realizzare il programma elettorale. Due i criteri di scelta privilegiati: la competenza e la capacità di essere vicino alle persone. In continuità con la precedente Giunta, gli assessori dovrebbero essere sette e rispecchieranno gli equilibri definiti dal voto ma, pur tenendo conto delle indicazioni delle forze politiche che lo sostengono, il sindaco ha la più ampia discrezionalità nella nomina degli assessori nel rispetto delle quote di genere.

E tra i volti nuovi potrebbero non mancare sorprese. A partire da Alessandro Di Loreto che è stato al fianco di Riccardo Righi fin dalle prime uscite in bicicletta in ricognizione sul territorio: architetto, è stato Dirigente del Servizio Traffico e Trasporti Pubblici del Comune di Modena e poi direttore dell’Agenzia per la Mobilità di Modena. Alla sua competenza e al suo pragmatismo potrebbe affidarsi Righi per disegnare la mobilità di Carpi a partire dalla tangenziale ciclabile annunciata in campagna elettorale.

Altra presenza costante al fianco di Righi è stata quella di Andrea Rostovi dell’associazione Appena Appena che produce Concentrico, il festival particolarmente apprezzato in questi anni in campo artistico e culturale.

In questa campagna elettorale un altro solido punto di riferimento è stato Sergio Vascotto per il quale si potrebbero aprire le porte dell’Assessorato all’Ambiente ma il sindaco Righi poco più che trentenne potrebbe preferirgli un giovane per abbassare l’età media. La stessa cosa si potrebbe dire di Giorgio Verrini per la Sanità. Vedremo.

La solida Mariella Lugli in quota Pd potrebbe essere riconfermata al Bilancio in considerazione del lavoro svolto nella precedente legislatura così come Tamara Calzolari che si è fatta apprezzare ai Servizi sociali.

Un altro nome molto gettonato è quello di Marco Reggiani che dopo aver ricoperto il ruolo di segretario del PD e dopo due mandati da consigliere comunale ha confermato la sua solida vocazione di uomo del Pd, prerogativa di chi può aspirare ai Lavori Pubblici.

In base alla distribuzione determinata dal voto elettorale, dal PD dovrebbe arrivare il nome di un terzo assessore. Restano una quindicina di giorni per definire la squadra e distribuire le deleghe.

S.G.