Europee, a Carpi vince il Pd e Bonaccini fa il pieno di preferenze

In città affermazione del Partito democratico che conquista il 45% dei voti e Stefano Bonaccini riceve il maggior numero di preferenze (5.563) seguito da Giuditta Pini (700). Fratelli d’Italia raggiunge il 23%, 2.014 le preferenze andate a Giorgia Meloni, seguita da Stefano Cavedagna con 618.

0
4915

In città affermazione del Partito democratico che conquista il 45% dei voti e l’attuale presidente della regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini riceve il maggior numero di preferenze (5.563) seguito da Giuditta Pini (700). Fratelli d’Italia raggiunge il 23%, 2.014 le preferenze andate a Giorgia Meloni, seguita da Stefano Cavedagna con 618.

Partito Democratico 45,19% (15.033)

Fratelli d’Italia 23,43% (7.795)

Movimento 5 Stelle 6,59% (2.192)

Alleanza Verdi e Sinistra 5,81% (1.932)

Forza Italia – Noi Moderati – PPE 5,50% (1.828)

Lega Salvini Premier 4,78 (1.590)

Azione – Siamo Europei 3,04% (1.012)

Stati Uniti d?Europa 2,73% (909)

Pace Terra Dignità 1,94% (646)

Libertà 0,58% (193)

Alternativa Popolare 0,26% (87)

Sudtiroler Volkspartei (SVP) 0,14% (46)

A Carpi per le Europee l’affluenza si attesta al 62,48%. Hanno votato 34.339 elettori. L’Emilia-Romagna si conferma la regione dove si vota di più, con un’affluenza del 59% circa alle europee, ma comunque in nettissimo calo, di circa otto punti percentuali, rispetto alle europee di cinque anni fa. L’affluenza è stata più alta nei Comuni di dove si è votato anche per le comunali. Insomma record negativo dell’affluenza alle Europee: la partecipazione è di circa il 49,65%. Per la prima volta meno di 1 italiano su 2 è andato a votare alle Europee.