La versione di Cochi… a Carpi

Sessant’anni di spettacolo, sessant’anni di teatro, cabaret, cinema, tv, sessant’anni nell’immaginario degli italiani. Giovedì 6 giugno, alle ore 20.45, presso l’Auditorium Loria, la rassegna Ne vale la pena ospita Cochi Ponzoni che presenterà il suo libro.

0
2902

Giovedì 6 giugno, alle ore 20.45, presso l’Auditorium Loria, la rassegna Ne vale la pena ospita Cochi Ponzoni che presenterà il suo libro La versione di Cochi (a cura di Paolo Crespi – edito da Baldini+Castoldi) insieme al giornalista Pierluigi Senatore.

Sessant’anni di spettacolo, sessant’anni di teatro, cabaret, cinema, tv, sessant’anni nell’immaginario degli italiani. Pur se strettamente legata, nella popolarità di un pubblico vastissimo, a quella del socio e amico di una vita Renato Pozzetto, la carriera di Aurelio «Cochi» Ponzoni ha preso abbastanza presto strade diverse, sia per quanto riguarda il cinema, sia a teatro. Qui, in particolare, la personalità di Cochi ha avuto modo di esprimersi, già a partire dagli Anni Settanta del secolo scorso, in tutta la gamma dei registri e delle situazioni, in ruoli tradizionali, mai scontati, e in altri più sperimentali, intrapresi grazie a un’insaziabile curiosità intellettuale. Il libro, scritto con la collaborazione di Paolo Crespi, è un memoir che trascina il lettore nella vita di Cochi a partire dai ricordi d’infanzia e della guerra fino alle avventure artistiche più recenti, aprendo squarci inediti sulla vita di una delle personalità più note e riservate della scena italiana. «Tutta la storia» per i lettori di più generazioni di fan, dagli orfani del mitico Derby Club ai giovani spettatori delle ultime avventure, non solo teatrali, del protagonista.

L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.