Blitz in un casolare abbandonato, 5 tunisini ne avevano fatto il loro covo

Retata della Polizia di Stato ieri mattina, 9 febbraio, in un casolare abbandonato da tempo in via San Giacomo. Fermati cinque cittadini tunisini, tra i 21 e i 40 anni, tutti denunciati per occupazione abusiva di immobili e detenzione ai fini di spaccio.

0
1046

Retata della Polizia di Stato ieri mattina, 9 febbraio, in un casolare abbandonato da tempo in via San Giacomo. Fermati cinque cittadini tunisini, tra i 21 e i 40 anni, tutti denunciati per occupazione abusiva di immobili e detenzione ai fini di spaccio. I cinque, anche grazie al concorso delle unità cinofile antidroga della Guardia di Finanza e della Polizia Locale di Sassuolo, sono stati trovati in possesso di diversi involucri contenenti complessivamente 95 grammi di hashish, tre bilancini di precisione e materiale per il confezionamento. Nel corso delle operazioni di identificazione, poi, uno degli uomini, un 26enne, ha aggredito gli operatori con calci e schiaffi, procurando loro lesioni e per tale ragione è stato arrestato per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, arresto convalidato in sede di giudizio per direttissima della mattinata di oggi, all’esito del quale gli veniva applicata la misura della custodia cautelare in carcere. La posizione degli uomini è stata vagliata dall’Ufficio Immigrazione che, accertata l’irregolare presenza sul Territorio Nazionale di due dei cinque ha istruito i provvedimenti ai fini dell’espulsione dal territorio nazionale: per un 40enne è stato emesso il provvedimento di ordine del Questore a lasciare il territorio; mentre un 21enne è stato accompagnato al Centro per i Rimpatri di Milano, da dove verrà definitivamente espulso nei prossimi giorni.