Con Schizzate arriva sul palco la follia al femminile

Debutta lo spettacolo musicale-teatrale di Caravane de ville, Elisa Lolli e Simona Mandurino. Un affresco della condizione femminile tra genialità e ribellione, dolore e leggerezza. Appuntamento domenica 26 novembre, alle ore 17, presso Habitat a Soliera.

0
587

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, arriva sul palco un nuovo progetto dal forte approccio sociale. Schizzate. Brevi storie di follia è uno spettacolo che unisce musica e narrazione per raccontare il tema della follia al femminile nelle sue mille sfaccettature: la follia che non ha un nome, quella che non ci fa dormire, che fa domande e non ottiene risposte, la follia creativa e quella distruttiva, la follia come stigma che per secoli ha bollato le donne irregolari, libere, emancipate. Le micro storie si legano fino ad attraversare l’intero arco della storia umana, dal mito di Medea alle streghe, dalla follia di Alda Merini alla violenza endemica di oggi. Lo spettacolo è costruito su un’alternanza di momenti. Le narrazioni delle attrici Elisa Lolli e Simona Mandurino sono frutto di un intreccio originale e spiazzante, la cui drammaturgia è a cura di Elisa Lolli. I Caravane de Ville si inseriscono con interventi musicali e canzoni. Il risultato è un affresco della condizione femminile tra genialità e ribellione, dolore e leggerezza.

Sabato 25 novembre, alle ore 21.30, al Circolo Arci Kaleidos, Poviglio (RE), con il sostegno di Arci Poviglio, Cgil-Spi e ANPI. Domenica 26 novembre, alle ore 17, ad Habitat di Soliera, evento presentato da VivereDonna APS e patrocinato dal Comune di Soliera, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, Coop Alleanza e con la collaborazione di Fondazione Campori e Arci Soliera. Giovedì 30 novembre, ore 21, al Teatro del Fiume, Boretto (RE).