Poker d’assi al Forum Monzani

Una donna e mamma combattiva, un fotografo di fama mondiale, un comico influencer, uno dei cantautori più amati di sempre, tutti con un libro fresco di stampa da fare conoscere al pubblico. Chi sono? Valentina Mastroianni, Pierluca Mariti, Gino Paoli e Steve McCurry. Prosegue anche a novembre Forum Eventi, la rassegna organizzata da BPER Banca con il patrocinio del Comune di Modena.

0
453
Steve McCurry

Una donna e mamma combattiva, un fotografo di fama mondiale, un comico influencer, uno dei cantautori più amati di sempre, tutti con un libro fresco di stampa da fare conoscere al pubblico. Prosegue anche a novembre Forum Eventi: la rassegna – organizzata da BPER Banca con il patrocinio del Comune di Modena – propone un calendario di altri quattro appuntamenti che portano in città grandi nomi.

Una storia d’amore e resilienza arriva a Modena domenica 12 novembre alle 17.30 con Valentina Mastroianni e la presentazione del libro La storia di Cesare (DeAgostini), in cui racconta di suo figlio, Cesare, 5 anni, cieco dall’età di 18 mesi a causa di un tumore cerebrale, causato dalla neurofibromatosi, una rara patologia che coinvolge più organi. La comparsa della malattia del piccolo Cece, ultimo arrivato in casa Zambon, dopo i fratelli Alessandro e Teresa, getta i genitori nello sconforto. Per quanto la prova sia una delle più dure da accettare, Valentina e Federico non si perdono d’animo e per sentirsi meno soli decidono di condividere la quotidianità del piccolo “Cece” sui social network con una pagina Instagram seguita da quasi 300 mila followers dove Valentina mostra le piccole e grandi conquiste del suo bambino in compagnia dell’inseparabile cane Joy. Un esempio di forza e positività per coloro che stanno affrontando sfide simili a quella della famiglia Zambon e del piccolo Cesare.

Amore, impegno, fede, amicizia, dedizione: quante forme può assumere la devozione? il nuovo libro di Steve McCurry, icona della fotografia contemporanea, raccoglie i mille volti di un sentimento tra i più potenti al mondo. L’artista presenta Devotion. Amore e spiritualità (Mondadori) al BPER Banca Forum Monzani sabato 18 novembre alle 21, nel corso di un evento speciale a cui si accede esclusivamente con prenotazione. Con oltre cento immagini, di cui settantacinque mai pubblicate prima, il fotografo offre al lettore una riflessione molto intima su come ogni individuo possa dedicare tutto sé stesso ad altre persone o a una fede religiosa. Le pagine di Devotion mostrano ritratti di monaci buddhisti, artigiani, bambini intenti a studiare, madri che assistono i figli, anziani che si supportano a vicenda: una potente raccolta di fotografie che svelano il lato più sensibile degli esseri umani ai quattro angoli del mondo. Data la natura multiculturale del libro, nato dal dialogo con persone di diversa origine, religione e appartenenza geografica, Devotion verrà tradotto in diverse lingue, pubblicato e distribuito in tutto il mondo da editori francesi, spagnoli, inglesi e tedeschi.

Qualcuno lo conosce come Pierluca, qualcuno come @piuttosto_che. Da qualche settimana qualcuno lo conosce anche per aver raccontato la storia di Mattia, Filippo, Giulia, Alice e Simona, trentenni alle prese con una vita come la sua, che alla domanda su come sono andate le loro esperienze di vita saranno sempre pronti a sminuirsi e rispondere: «Niente di che». Niente di che (Rizzoli) è anche il primo romanzo di Pierluca Mariti, in arte (o in social) @piuttosto_che, 32 anni, comico, influencer e ora scrittore esordiente, che viene presentato al Forum domenica 19 novembre alle 17.30; è un romanzo che parla dei trentenni di oggi alle prese con un passaggio cruciale delle loro esistenze, in bilico tra la voglia di mettere su famiglia e quella di non crescere, con la precarietà – sul lavoro e negli affetti – come regola di vita, i genitori che invecchiano, i figli che forse sì o forse no. Un autoritratto generazionale profondo, divertente e malinconico.

Gino Paoli ha attraversato le stagioni più straordinarie della canzone italiana da protagonista eppure in modo sempre un po’ sghembo, ironico, forse disilluso. La sua storia corre insieme a quella del nostro Paese, risorto dalle ceneri della dittatura e della guerra per dare avvio a un’epoca di inesauribile creatività, dove un giovane uomo di genio e sregolatezza alterna enormi successi a momenti di crisi, ma tutte le volte che cade si rialza più fiero di prima. Nel libro Cosa farò da grande. I miei primi 90 anni (Bompiani) Gino Paoli si racconta all’amico Daniele Bresciani con schiettezza: entrambi sono sul palco del BPER Banca Forum Monzani domenica 26 novembre alle 17.30 insieme ad Amanda Sandrelli che legge alcune pagine della biografia. Qui Paoli ripercorre le tappe importanti della sua vita: come ha scritto canzoni indimenticabili, amato donne baciate dal talento e dalla bellezza, guidato auto troppo veloci, messo al mondo quattro figli, assistito alla morte di amici carissimi e di come la sfiora lui stesso, come quando, nel 1963, si spara; ma la pallottola si ferma nel pericardio, dove sta ancora anche se “non rompe più le scatole facendo suonare il metal detector, deve essersi arrugginita”. Una passeggiata sul tetto dei ricordi con uno dei cantautori più amati di sempre.

Tutti gli incontri sono a ingresso gratuito con possibilità di prenotazione sul sito forumguidomonzani.it

L’evento speciale con Steve McCurry richiede la prenotazione obbligatoria.

Gli appuntamenti sono visibili anche in streaming sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del BPER Banca Forum Monzani