Bensone, tortellini al forno e mostarda si guadagnano la De.C.O

Il bensone e i tortellini al forno del Panificio Mollica, e la mostarda fina del ristorante L’incontro, sono i primi prodotti locali ai quali viene attribuita la “De.C.O.”, cioè la Denominazione Comunale di Origine, con l’uso del relativo logo.

0
2207
Gianfranco Zinani e Luciana Toni, insieme allo chef Carlo Gozzi del Ristorante L’Incontro - Chiara Bracali del Panificio Mollica con la sua piccola Matilde

Il bensone e i tortellini al forno del Panificio Mollica, e la mostarda fina del ristorante L’incontro, sono i primi prodotti locali ai quali viene attribuita la De.C.O. cioè la Denominazione Comunale di Origine, con l’uso del relativo logo. La Giunta infatti, accogliendo il parere favorevole dell’apposita Commissione, ha approvato la delibera di conferimento, e con essa i rispettivi disciplinari di produzione (ricette) e l’autorizzazione a iscrivere le tre prelibatezze nell’elenco ufficiale dei prodotti De.C.O. I due esercizi possono ora fregiarsi del titolo e utilizzare l’immagine del falcone di Re Astolfo, come stilizzato due anni da Marcello Buganza, uscito vincitore dalla votazione via Internet per scegliere appunto il logo della Denominazione Comunale.

Mentre per bensone e tortellini al forno sono stati usati nomi generici, il gustoso ripieno è stato registrato con il nome Mostarda fina di Carpi – L’Antica Mostarda dei Pio“E’ con grande orgoglio che oggi approviamo le prime tre DECO del nostro Comune. Vogliamo – commenta Stefania Gasparini, vice-sindaco – continuare su questo percorso per valorizzare i prodotti del nostro territorio, per questo auspico che presto altri presentino la domanda. L’obiettivo è diffondere la cultura della tipicità sostenendo così il lavoro delle nostre aziende. Grazie ai produttori che si sono messi in gioco e a tutta la Commissione che sta lavorando con noi al progetto”.