Gregorio Paltrinieri sigla il Patto con il Mare: “il mare è casa nostra”

Il Patto con il Mare è un patto contro l’inquinamento delle acque, la cultura dello scarto e dello spreco perché il mare non può più essere la discarica della terra. Il patto è un impegno a proteggere la sua biodiversità.

0
334

Il carpigiano Gregorio Paltrinieri, campione olimpico e ideatore di Dominate the Water, un tour marino che nell’edizione 2023 tocca Cattolica, Taranto, Talamone e Mondello promuovendo nuoto e attenzione alle spiagge e al mare, ha firmato il Patto con il Mare, un impegno formale elaborato dall’Università di Pollenzo.

L’obiettivo 6 dell’Agenda 2030 promosso dalle Nazioni Unite per le persone, il pianeta e la prosperità vuole garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie. Si parla di acqua potabile naturalmente, ma l’accesso all’acqua dolce passa attraverso il rispetto della terra e del mare, in Italia come nei paesi in via di sviluppo. Il mare è alleato per combattere la crisi climatica e il riscaldamento del pianeta, il Patto aiuta a conoscere meglio la nostra risorsa più importante, l’unico capitale naturale in grado di garantire benessere e sostenibilità alla nostra vita presente e futura. Il Patto con il Mare è un patto contro l’inquinamento delle acque, la cultura dello scarto e dello spreco perché il Mare non può più essere la discarica della Terra. Il patto è un impegno a proteggere la sua biodiversità perché noi siamo parte di un unico sistema.

L’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo ha il compito di aggregare competenze, relazioni, progetti e formazione, a partire dal proprio centro di ricerca interno e del proprio network di sostenitori.

A sostenere l’iniziativa anche Granarolo: “Ci è sembrato importante chiedere a un grande testimonial come Gregorio Paltrinieri di unirsi a noi e agli altri partner strategici dell’Università. Insieme ci impegneremo a far conoscere, proteggere e conservare la biodiversità marina, fondamentale risorsa per salvaguardare il benessere umano”, ha commentato il Presidente di Granarolo Gianpiero Calzolari.

“Siamo fieri di poter ospitare i rappresentanti del Patto per il Mare e di essere il tramite per un ulteriore divulgazione dei suoi principi e obiettivi, questo per noi è un nuovo importante step nella sensibilizzazione della nostra community. A Taranto anche grazie al nostro intervento si è riusciti a installare un montascale, che la cittadinanza chiedeva da tempo, per permettere ai disabili di raggiungere la banchina, un più sicuro e facile accesso al mare e conseguentemente la possibilità di praticare sport in acqua. Non dobbiamo mai dimenticarci che anche il mare è casa nostra”, ha dichiarato Gregorio Paltrinieri.