Un’idea di città. Una città delle idee

Sarà Elly Schlein a inaugurare la Festa de l’Unità provinciale di Modena all’Ippodromo. La manifestazione si terrà dal 25 agosto al 18 settembre con un ricco programma di incontri: da Bonaccini con Michele Serra a Pierluigi Bersani, passando da Paolo Rumiz e Luca Lombroso. Confermata anche la presenza del Vescovo Erio Castellucci e di esponenti degli altri partiti del centrosinistra. Presenti anche Francesco Costa, Vito Mancuso e Gabriella Greison.

0
990

Sarà la Segretaria del Partito Democratico Elly Schlein a dare il via, venerdì 25 agosto alle ore 18.30, alla Festa de l’Unità provinciale di Modena, che si terrà, fino a lunedì 18 settembre, nella nuova sede dell’Ippodromo di via Argiolas.

Insieme a lei, i segretari del Pd dell’Emilia-Romagna e della Federazione modenese Luigi Tosiani e Roberto Solomita, e il Segretario provinciale dei Giovani Democratici Matteo Silvestri. Come da tradizione, la cerimonia d’inaugurazione sarà accompagnata dalle note della Banda Città di Carpi.

La prima giornata della Festa sarà caratterizzata dalle animazioni degli artisti di strada, scelta che deriva sia dal desiderio di valorizzare il talento degli artisti che dall’attenzione all’ambiente, evitando spettacoli pirotecnici. A tal proposito, si ricorda che da questa edizione la Festa è plastic free: nei ristoranti saranno infatti presenti consumabili in materiale biodegradabile, oppure lavabile e riutilizzabile. Durante la manifestazione sarà inoltre possibile acquistare borracce e bicchieri riutilizzabili.

Un debutto importante, dunque, per l’edizione 2023, che si terrà nella nuova location, con tante novità, tra cui il Ludocorner, uno spazio per bambini, ragazzi e famiglie gestito in collaborazione con il Club Tre Emme, che sarà aperto tutte le sere. A questo si affiancano le attrazioni del Luna Park e la pesca gigante.

Presenti, naturalmente, i sette punti ristoro – Falò, Tris Vincente, Ciao Mare, Casa Emilia, Capannina, Spritz e borlenghi e Cocktail bar – e l’area commerciale.

“Pur mantenendo le occasioni di socialità – sottolinea Solomita – che in un grande partito popolare come il nostro non possono mancare, questa festa è un vero e proprio laboratorio di elaborazione di idee, visioni e progetti: per Modena, per le altre città della provincia, per la Regione, per l’Italia. Un laboratorio fatto di incontri, dibattiti, spettacoli e concerti. 

Perché anche la cultura ha un ruolo da giocare nel disegnare un Paese diverso da quello della Destra, che si sta dimostrando sempre più incapace sia di risolvere realmente i problemi che di contrastare le ingiustizie e le disparità. Altro che Destra popolare! Altro che Destra vicina ai lavoratori, ai ceti medi, alle donne, ai giovani, alla salvaguardia dell’ambiente: questa è la destra del privilegio, delle disuguaglianze, del rancore come arma di distrazione di massa”.

Dopo il taglio del nastro, la sera stessa, alle ore 21, si terrà un altro importante dibattito, a inaugurare il Forum delle Idee: si discuterà di uno dei temi più importanti per la regione, ovvero quello dell’alluvione, insieme al geologo Francesco Grenzi, al parlamentare Stefano Vaccari, alla Consigliera regionale Palma Costi e a Eleonora Proni, Sindaca di Bagnacavallo. 

Il giorno successivo, sabato 26 agosto, il programma vede un confronto sul lavoro senza precarietà e povertà, i cui protagonisti saranno la Parlamentare e Responsabile Lavoro della Segreteria Nazionale del Pd Maria Cecilia Guerra, Fernando Siena della Segreteria Confederale CGIL, il Coordinatore UIL di Modena Roberto Rinaldi e la Segretaria CISL di Modena e Reggio Emilia Rosamaria Papaleo. 

Di Modena e delle sfide che attendono una città in trasformazione si discuterà invece domenica 27 agosto, quando i cittadini potranno incontrare il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, gli assessori della Giunta comunale e il Presidente del Consiglio Comunale Fabio Poggi.

Sarà un dialogo su scuola e istruzione ad aprire i confronti politici nella seconda settimana della Festa: alle ore 21 di martedì 29 agosto, a confrontarsi sul tema degli investimenti necessari a sviluppare un rapporto virtuoso tra comunità e sapere saranno la Dirigente dell’Istituto Spallanzani di Castelfranco Emilia Maura Zini, la Dirigente scolastico Lucia Bonaffino, Riccardo Martino, della Segreteria regionale dei Giovani Democratici e l’Assessora alla Cultura della Regione Emilia-Romagna Paola Salomoni.

Si discuterà invece di energia la sera successiva, mercoledì 30 agosto, con l’Assessore regionale allo Sviluppo economico Vincenzo Colla, il Presidente di CPL Concordia Paolo Barbieri, il Vice Presidente di CNA Modena Alessandro Amati, il Responsabile Energia di Federconsumatori Fabrizio Ghidini e il Presidente di Legacoop Emilia-Romagna Daniele Montroni.

Giovedì 31 agosto i riflettori saranno puntati sul tema Legalità, con Vincenza Rando, parlamentare e responsabile del tema nella Segreteria nazionale del Pd, insieme al Sindaco di Castelfranco Emilia Giovanni Gargano.

A inaugurare il settembre della Festa sarà, venerdì 1, un dibattito su Europa e comunità con l’europarlamentare Elisabetta Gualmini e il Segretario del Pd dell’Emilia-Romagna Luigi Tosiani, mentre  di pace, e dei mezzi più efficaci per ottenerla si discuterà sabato 2 settembre insieme al direttore di Atlante delle guerre e dei conflitti Raffaele Crocco, Laila Simoncelli, dell’Associazione Papa Giovanni XXIII, il Docente di UNIMORE e Referente Rete delle Università italiane per la Pace Claudio Baraldi, e Fabrizia Panzetti, della Direzione nazionale Pd.

Strettamente collegato al tema della pace e dei conflitti c’è quello delle migrazioni e, di conseguenza, dell’integrazione: per questo se ne parlerà la sera successiva, domenica 3 settembre, insieme a Don Mattia Ferrari, Cappellano di Mediterranea Saving Humans!, al Responsabile immigrazione della Segreteria nazionale Pd Pierfrancesco Majorino e alla Presidente di ARCI Modena Annalisa Lamazzi.

Doppio appuntamento mercoledì 6 settembre: alle ore 19, a partire dalla presentazione del libro Le magiche antenne di Gregorio, si parlerà di disabilità e inclusione con l’autore, Giovanni Ricci, lo psichiatra e psicoterapeuta Camillo  Valgimigli, il Vescovo di Modena Don Erio Castellucci e il Segretario provinciale del Pd Roberto Solomita; alle ore 21, si affronterà poi il tema delle risposte alla crisi climatica, con la Vice Presidente e Assessora alla Transizione ecologica della regione Irene Priolo, il meteorologo Luca Lombroso e il Presidente dell’Ordine dei Geologi dell’Emilia-Romagna Paride Antolini.

Molto atteso anche l’incontro con il Presidente della Fondazione Pd e già Segretario Nicola Zingaretti, che giovedì 7 settembre dialogherà del futuro delle comunità con la Vice Direttrice de Il Domani Daniela Preziosi.

Il primo dei due appuntamenti con gli esponenti degli altri partiti del centrosinistra si terrà venerdì 8 settembre con Stefano Vaccari, Matteo Richetti e Francesca Ghirra, deputati rispettivamente del Pd, Azione e Alleanza Verdi e Sinistra Italiana

Sarà invece il futuro delle Province a essere oggetto dell’incontro di sabato 9 settembre, con l’Assessore al Bilancio e Riordino istituzionale della regione Paolo Calvano, il Presidente UPI Emilia-Romagna Andrea Massari, il Presidente della Provincia di Modena Fabio Braglia, il Sindaco di Carpi Alberto Bellelli e l’Avvocato e Docente di Diritto amministrativo Giuseppe Piperata.

PNRR e innovazione saranno i temi di domenica 10 settembre, con Alessandra Moretti e Paola De Micheli, rispettivamente europarlamentare e deputata Pd, che dialogheranno con la docente di UNIMORE Elisa Valeriani.

Saranno invece le città alla sfida del cambiamento ad animare, mercoledì 13 settembre, per l’ultima settimana della Festa, il dibattito con il Responsabile Enti locali della Segreteria nazionale Pd Davide Baruffi e i Sindaci di Piacenza, Ravenna e Vicenza Katia Tarasconi, Michele De Pascale e Giacomo Possamai.

Di agricoltura tra alluvione e siccità si parlerà invece giovedì 14 settembre con l’Assessore regionale all’Agricoltura Alessio Mammi, il Consigliere regionale Luca Sabattini, il Presidente nazionale ANBI Francesco Vincenzi e la Capogruppo Pd alla Camera Chiara Braga. 

Non mancherà un approfondimento sul delicatissimo tema della sanità, venerdì 15 settembre, con il giornalista e scrittore Paolo Rumiz, la Responsabile Salute della Segreteria nazionale Pd Marina Sereni, l’Assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini, la Consigliera regionale Francesca Maletti, il Sindaco di Modena e Presidente CTSS Provincia Gian Carlo Muzzarelli e il già Presidente della Regione Vasco Errani.

Per l’ultimo sabato della Festa, il 16 settembre, uno degli incontri politici di maggior rilievo sarà quello con il Presidente della Regione Emilia-Romagna e del Partito Democratico Stefano Bonaccini, in Dialogo sulla sinistra ai tempi della destra con il giornalista e scrittore Michele Serra. Un confronto inedito tra uno dei più acuti osservatori della realtà italiana, un intellettuale ironico e appassionato, e uno dei volti più riconoscibili sia della Regione che del Pd. Un dialogo sulla sinistra, sull’Italia, sull’Emilia-Romagna, sulle radici e sul futuro. 

Domenica 17 settembre, alle ore 19, il confronto verterà invece sul tema mobilità e spazio pubblico, con l’urbanista Federico Zanfi, il Dirigente mobilità sostenibile del Comune di Reggio Emilia Paolo Gandolfi e Andrea Colombo, già Assessore alla Mobilità del Comune di Bologna. Alle ore 21.00 sarà poi la volta del secondo incontro con i partiti del centrosinistra, a cui parteciperanno la Consigliera Regionale e componente Cabina di Regia nazionale di Italia Viva Giulia Pigoni, il Deputato Pd Andrea De Maria e Michele Gubitosa, Deputato e Vice Presidente Nazionale Movimento 5 Stelle.

Lunedì 18 settembre, alle ore 21, un altro doppio appuntamento a chiudere il lungo percorso della Festa: al Forum delle Idee l’intervento di Pierluigi Bersani, mentre nello Spazio Agorà un confronto sui diritti e il futuro delle Famiglie Arcobaleno con la Presidente di Arcigay Modena Angelica Polmonari, l’Avvocato di GayLex Michele Giarratano, la rappresentante delle Famiglie Arcobaleno Elena Apparuti e il già Senatore Pd Sergio Lo Giudice.

Accanto ai dibattiti più prettamente politici, anche il programma di incontri con intellettuali e giornalisti, che contribuiranno a fornire una lettura della contemporaneità da un punto di vista culturale: si ricordano  Francesco Costa mercoledì 30 agosto, con il teologo Vito Mancuso mercoledì 6 settembre e con la fisica, scrittrice e attrice Gabriella Greison mercoledì 13 settembre.

Ricco anche il cartellone di concerti e spettacoli, tutti a partecipazione gratuita senza prenotazione.