Buona Sagra di Quartirolo a tutti

Noi artigiani di pace è questo il titolo della 48esima Sagra di Quartirolo ai nastri di partenza (dal 21 luglio al 5 agosto): “una festa dalla lunga tradizione, capace di coinvolgere non solo il quartiere ma la città tutta. Per questo la nostra comunità parrocchiale - spiega don Antonio Dotti - si fa in quattro per accogliere quanti vorranno trascorrere insieme a noi una serata spensierata”.

0
1666
Da sinistra Filippo Bastia, don Antonio Dotti e Giuliano Peruzzi

Noi artigiani di pace è questo il titolo della 48esima Sagra di Quartirolo ai nastri di partenza (dal 21 luglio al 5 agosto): “una festa dalla lunga tradizione, capace di coinvolgere non solo il quartiere ma la città tutta. Per questo la nostra comunità parrocchiale – spiega don Antonio Dotti – si fa in quattro per accogliere quanti vorranno trascorrere insieme a noi una serata spensierata. In pace”. Il programma è variegato e adatto a tutte le fasce di età, prosegue il don, “intervalla momenti di impegno civile e religioso ad altri all’insegna dell’intrattenimento, della musica colta e pop e del buon cibo”. 

Numerose anche le occasioni di riflessioni grazie al coinvolgimento di varie associazioni del territorio, da Libera (il Presidio Beppe Tizian organizza già mercoledì 19 luglio,  a partire dalle 21, nel piazzale dell’Aula liturgica, una serata per celebrare la strage di via D’Amelio in cui persero la vita Paolo Borsellino e la sua scorta) alla Bottega del Sole (mercoledì 26 luglio, alle 21, nel piazzale dell’Aula liturgica, la Bottega presenta la prima App per il consumo critico in compagnia del giornalista Marco Ratti), a Mediterranea Saving Humans (giovedì 27 luglio, alle 21, sotto la pagoda verrà proiettato il film The milky day di Luigi D’Alife). Sabato 5 agosto appuntamento con la Sagra della Madonna della Neve, con la santa messa alle 18 in ricordo dei defunti della Parrocchia e la processione per le vie del quartiere. “Durante la serata proietteremo anche il discorso di Papa Francesco alla veglia della Giornata Mondiale della Gioventù di Lisbona – conclude don Dotti – a cui partecipano 45 ragazzi dei nostri scout, un gruppo che, dai Castorini ai capi, conta nella nostra Parrocchia circa 300 giovani e giovanissimi”.

Un’occasione per ascoltare parole di pace in un mondo sconvolto dalla guerra ma, aggiunge Filippo Bastia, responsabile del Comitato della Sagra, “la pace a cui auspichiamo non è solo l’assenza dei conflitti, bensì interiore. Una condizione a cui abbiamo deciso di accostare la parola artigiani poiché ciascuno di noi volontari cerca di dare il massimo, con passione e spirito di sacrificio, affinché la festa possa rappresentare un momento di leggerezza e spensieratezza per tutti. E’ da febbraio che siamo al lavoro perchè questo evento richiede un lavoro davvero poderoso”. Sono circa 200-250 i volontari che rendono questo appuntamento cittadino uno dei più attesi dell’anno, “tra cui tanti giovani. Persone che dopo il lavoro mettono a disposizione il proprio tempo e le proprie energie a servizio degli altri” prosegue Giuliano Peruzzi del comitato organizzatore.

In occasione della Sagra di Quartirolo ogni sera sono circa 800 le persone che si siedono nelle tavolate allestite negli spazi verdi della Parrocchia e quest’anno sottolinea Bastia, “per ridurre file e attese abbiamo deciso di istituire due ingressi differenti e cercare così di migliorare ulteriormente sul fronte dell’accoglienza. Prenotare non è obbligatorio ma certamente consigliato (per maggiori info www.parquartirolo.it)”. Le danze si apriranno ufficialmente venerdì 21 luglio, alle 18, con la camminata non competitiva Quarti Run – Memorial don Claudio Pontiroli, per le vie del quartiere: “chi parteciperà – conclude Filippo Bastia – avrà diritto a uno sconto del 20% sulla cena”. Buona sagra a tutti!

Jessica Bianchi