Una travolgente Carpi Estate Sport 2023

La sesta edizione de La Carpi Estate Sport si è conclusa con numeri in crescita. Le presenze nei 35 giorni di attività hanno superatole 18mila unità, con alcuni eventi sportivi che hanno decisamente gremito l’Arena. Un totale di ben 25 discipline sportive organizzate da 22 Società, delle quali 19 nell’Arena del Parco Rimembranze e 3 all’esterno con eventi nelle proprie sedi sportive, appassionando un pubblico entusiasta di vedere lo sport praticato in tutte le sue forme e ambientazioni.

0
795

La sesta edizione de La Carpi Estate Sport si è conclusa con numeri in crescita. Le presenze nei 35 giorni di attività hanno superatole 18mila unità, con alcuni eventi sportivi che hanno decisamente gremito l’Arena. Un totale di ben 25 discipline sportive organizzate da 22 Società, delle quali 19 nell’Arena del Parco Rimembranze e 3 all’esterno con eventi nelle proprie sedi sportive, appassionando un pubblico entusiasta di vedere lo sport praticato in tutte le sue forme e ambientazioni. La Carpi Estate Sport 2023, forte dalle precedenti edizioni, ha fin da subito preso piede e attirato pubblico grazie alla scelta di un periodo in cui le temperature sono accettabili e con eventi calendarizzati con cadenza giornaliera per avere una continuità. Con queste premesse, grazie al patrocinio del Comune di Carpi, il supporto tecnico dell’Ufficio Sport e dell’Assessorato allo Sport, la presidenza della Consulta dello Sport ha coinvolto le società sportive che la compongono chiedendo l’adesione al programma e individuando in particolare nella Polisportiva Nazareno, l’associazione  in grado di gestire la parte organizzativa e fiscale. Grazie alla massiccia adesione e grande disponibilità della società sportive, il calendario eventi è stato creato mettendo in fila in base alla stessa tipologia di superficie richiesta, più discipline, consentendo quindi di snellire l’aspetto organizzativo ed economico. Oltre alle diverse tipologie di superficie che si sono alternate, dal campo sintetico in erba, al tappeto in gomma, ai ring, al tatami e al tappeto per danza, l’Area è stata attrezzata con 2 tribune per 500 posti a sedere, 5 servizi igienici, 2 spogliatoi, 2 strutture per ricovero attrezzi e un servizio food e drink.

Nell’Arena Parco Rimembranze hanno partecipato le seguenti società: Dorando Pietri Pattinaggio, Black Dragons-King Box, Olimpia Box, Virtus Cibeno Calcio, Rugby Carpi, Carpine Basket 2015 che ha portato al Parco il Carpi Madness, Pallacanestro Nazareno e Ginnastica Artistica e Cheersport Nazareno, Mondial Pallavolo,Helth Club 2014 Fitness, Heron Frisbee, GDM Ginnastica Militare, CSI Yoga, La Patria Balli Country e Hiahop Dance, Surya Academy Danza, Aikido arti marziali, Diversamente Karate e Atletica Cibeno Podismo.

A queste vanno aggiunte la camminata di apertura de La Carpi Estate Sport in Piazza Martiri in collaborazione con Atletica Cibeno e Cooperativa Nazareno, alla quale hanno preso parte ragazzi e ragazzi con disabilità e ancora, il Club Alpino CAI che nella propria sede ha programmato un Day Arrampicata e per finire il Super Cross Internazionale alla pista di Motocross di Carpi.

Tra gli eventi che hanno coinvolto  persone con disabilità, oltre alla camminata inaugurale con la Cooperativa Nazareno, segnaliamo anche Diversamente Karate  e la camminata con gli infermieri dell’Ospedale il cui ricavato è stato devoluto al Pronto Soccorso di Carpi.

“La presidenza della Consulta e della Polisportiva Nazareno, in particolare nelle persone di Davide Testi, Massimo Ariani e Francesca Bulgarelli si ritengono pienamente soddisfatti della buona riuscita dell’intera manifestazione, avendo ricevuto commenti e feedback più che positivi per organizzazione. La location del Parco delle Rimembranze – spiega Nilo Diacci, presidente della Consulta Sport e Benessere Carpi – è stata capace di creare l’atmosfera giusta per il successo di questo evento e tutti gli sportivi, le società e le famiglie che hanno partecipato attivamente o come spettatori, sono stati il collante che ha offerto un modo diverso di vivere lo sport. Insieme, tante discipline, una sola città”.