Cercasi gestore per lo stadio e l’impianto di via Sigonio

Pubblicato il bando per la gestione dello stadio comunale Sandro Cabassi e dell’impianto di via Sigonio nel triennio 2023-2026: con questa procedura aperta, l’Amministrazione affiderà in concessione, secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ogni servizio inerente gestione e uso delle due strutture. Il corrispettivo annuo di partenza per il concessionario è 90mila euro più Iva, soggetto a ribasso in sede di presentazione dell’offerta economica.

0
753
Scatto aereo di Fabrizio Bizzarri

Pubblicato il bando per la gestione dello stadio comunale Sandro Cabassi e dell’impianto di via Sigonio nel triennio 2023-2026: con questa procedura aperta, l’Amministrazione affiderà in concessione, secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ogni servizio inerente gestione e uso delle due strutture. Il corrispettivo annuo di partenza per il concessionario è 90mila euro più Iva, soggetto a ribasso in sede di presentazione dell’offerta economica.

In particolare, la concessione per il Cabassi riguarda l’antistadio, gli impianti d’illuminazione e riscaldamento, spogliatoi, servizi igienici e docce, vani accessori e attrezzature sportive, mentre sono esclusi i locali adibiti a magazzino riservati al gestore dell’adiacente impianto tennistico comunale. Per l’impianto da calcio di via Sigonio, la concessione comprenderà gli impianti d’illuminazione e riscaldamento, i locali adibiti a spogliatoi, i servizi igienici e docce e vani accessori. Il triennio di concessione andrà, indicativamente, dall’11 agosto 2023 al 10 agosto 2026: il Comune si riserva di rinnovare poi il contratto, alle stesse condizioni, per ulteriori tre anni.

Il bando è curato dall’Unione Terre d’Argine, in qualità di stazione unica appaltante per conto del Comune: sui siti istituzionali è consultabile la documentazione integrale ossia bando, capitolato, criteri, planimetrie. Per l’espletamento della gara sarà utilizzata la piattaforma regionale SATER, http://intercenter.regione.emilia-romagna.it/

Le offerte devono pervenire entro le 18 di mercoledì 14 giugno 2023.