Lucio vs Lucio: Andrea Solieri porta in scena a confronto i due grandi della musica italiana

Il musicista e cantautore carpigiano Andrea Solieri, sabato 6 maggio, alle 21,30, in occasione del festival Ho avuto sete porta a Modena, in Piazza Matteotti, il suo spettacolo che mette a confronto due grandissimi della musica italiana accomunati dallo stesso nome oltre che dallo stesso talento, e nati a poche ore di distanza l'uno dall'altro: Lucio Battisti e Lucio Dalla.

0
3153

Due geni della musica italiana, per tanti i più grandi di sempre, Lucio Dalla e Lucio Battisti, per quanto diversissimi tra di loro per la loro produzione musicale e il loro rapporto col pubblico, sono accomunati oltre che dallo stesso nome e da uno straordinario talento, da una curiosa concidenza: entrambi sono nati nel mese di marzo dello stesso anno a distanza di poche ore l’uno dall’altro. Infatti Dalla è nato il 4 marzo e Battisti il 5 marzo del 1943. Quest’anno, quindi, entrambi gli artisti avrebbero compiuto 80 anni e sono stati celebrati i loro repertori con una serie di iniziative, tra cui la ristampa dei loro vinili in edizione limitata.

Anche il musicista e cantautore carpigiano Andrea Solieri, ha deciso di festeggiarli ideando e scrivendo per loro uno spettacolo di circa due ore intitolato Lucio vs Lucio. Le 24 ore che sconvolsero la musica italiana con l’intento di raccontare il genio, la diversità e le canzoni immortali di Battisti e Dalla, sottolineando le loro differenze musicali e caratteriali. Un percorso che combina narrazione e musica in grado di risvegliare emozioni in chi già li conosce e li ama, e suggestioni nelle nuove generazioni desiderose di scoprirli. Lo spettacolo ha debuttato il 4 marzo in un teatro in provincia di Pavia, e arriverà da noi sabato 6 maggio alle 21,30, in Piazza Matteotti a Modena, in occasione del festival Ho avuto sete. A esibirsi accanto ad Andrea Solieri alla chitarra e alla voce, ci saranno: Belinda Gigliuto (voce) Norman Nanetti (voce) Massimo Preti (chitarre) e Francesco Coppola (percussioni).

Chiara Sorrentino