Dopo la rissa da Far West a Sassuolo tra Consolata e United Carpi, scattano le squalifiche

Sono circa 35 i mesi di squalifica complessivi stabiliti dal giudice sportivo della Figc di Modena per otto tesserati, di cui sei giocatori e due dirigenti, dopo la rissa da far west scoppiata al termine della partita fra Consolata 67 e United Carpi (Under 17) giocata a Sassuolo lo scorso 15 aprile.

0
3996

Sono circa 35 i mesi di squalifica complessivi stabiliti dal giudice sportivo della Figc di Modena per otto tesserati, di cui sei giocatori e due dirigenti, dopo la rissa da far west scoppiata al termine della partita fra Consolata 67 e United Carpi (Under 17) giocata a Sassuolo lo scorso 15 aprile. A ricostruire la dinamica e ad accettare le responsabilità del gravissimo episodio è la stessa Figc che in una nota scrive: “al minuto 46 del secondo tempo l’arbitro ha sospeso definitivamente la gara non ritenendo che sussistessero le condizioni per portarla a termine a causa di una violenta rissa che coinvolgeva numerosi giocatori. In particolare, successivamente all’espulsione del giocatore numero 17 della società United Carpi, è scoppiata una colluttazione tra lo stesso e un dirigente della società Consolata, originata dalla condotta del calciatore espulso che, abbandonando il terreno di gioco, rompeva con un calcio la bandierina del calcio d’angolo. A seguito di ciò, numerosi giocatori dello United Carpi hanno abbandonato il terreno di gioco e innescato una violenta rissa che coinvolgeva gli stessi e il dirigente che si era scontrato con il loro compagno. A quel punto anche i giocatori e i dirigenti della società Consolata uscivano dal terreno di gioco per difendere il proprio dirigente e per cercare di calmare gli animi. In quel frangente diversi giocatori della società United Carpi inseguivano e colpivano con pugni e calci i giocatori avversari, che venivano invitati dai propri dirigenti a non rispondere alle provocazioni e ad allontanarsi. Il direttore di gara, identificando gli autori delle condotte violente, ha espulso i giocatori numero 17, 10, 2, 3, e 14 della società United Carpi e il numero 10 della società Consolata e sospendeva definitivamente la partita”.

Oltre alle multe alle due società (150 euro allo United e 100 alla Consolata), queste le pesanti squalifiche comminate: per i dirigenti 8 mesi, fino al 20 dicembre, a Giovanni Pittalis (Consolata) e stop fino al 4 maggio per Gianluca Govi della United, fra i giocatori i quattro espulsi della United sono stati squalificati rispettivamente per 8 mesi, 7 mesi, 3 mesi e 2 mesi, mentre i due giocatore espulsi della Consolata uno dovrà restare fermo per 6 mesi e l’altro per due gare effettive.