A Carpi torna la truffa del resto: attenzione alle banconote di grosso taglio

La Polizia Locale ha denunciato un uomo con l’accusa di truffa, perpetrata ai danni di un esercizio commerciale in occasione di un acquisto: si tratta della cosiddetta truffa del resto, perché la vittima viene indotta a restituire una somma ben superiore a quella dovuta.

0
2271

La Polizia Locale ha denunciato un uomo con l’accusa di truffa, perpetrata ai danni di un esercizio commerciale in occasione di un acquisto: si tratta della cosiddetta truffa del resto, perché la vittima viene indotta a restituire una somma ben superiore a quella dovuta.

Le indagini sono scattate in seguito alla denuncia di un esercente: a un cliente che aveva comprato beni per pochi euro, aveva dato un resto calcolato su una banconota di grosso taglio, da lui mostrata più volte; peccato però che non gliel’avesse davvero consegnata, ma lo avesse solo indotto a crederlo, mediante una tecnica di distrazione. Gli agenti sono riusciti a individuare l’uomo e a denunciarlo.

Il suggerimento della Polizia Locale agli esercenti d’ogni tipo è di prestare la massima attenzione quando qualcuno vuol pagare con banconote di grosso taglio.