Carpinfiore fa sbocciare il centro storico

Carpinfiore festeggia i 31 anni con tutti i profumi e i colori della primavera. Sabato 1° e domenica 2 aprile la manifestazione estesa su 30mila mq, con quasi 200 espositori per 10 settori merceologici e l’evento nell’evento: Ultra Market ai Giardini pubblici.

0
1479

Sabato 1 e domenica 2 aprile, la manifestazione che attira più pubblico a Carpi, colorerà il centro storico con floricoltori provenienti da tutta Italia. Organizzata da Piazze in Fiore, con il patrocinio del Comune di Carpi e di Confesercenti, Confcommercio, Lapam e Cna, sponsor Geoverde, si conferma come una delle maggiori nel calendario delle mostre florovivaistiche a livello nazionale: 30mila mq che formeranno un unico, profumatissimo, tappeto. Tre piazze, un parco e tre strade: da Piazza Martiri passando per Corso Alberto Pio, e quindi piazza Garibaldi, via Matteotti, via Mazzini, Piazzale Re Astolfo e i Giardini Pubblici. Un format, quello di Carpinfiore, ideato da Paolo Storchi, organizzatore di eventi ed editore, che nel 1991 realizzava la prima mostra mercato di piante e fiori nel centro della Città dei Pio, prendendo spunto dallo storico mercato di frutta e verdura di Piazza Garibaldi. Allora era proprio questo il baricentro della manifestazione: negli anni, dopo le riqualificazioni, si è allargata a tutto il centro storico, moderno cuore pulsante della città Carpi. Gli appassionati di verde potranno ammirare ed acquistare piante e fiori, anche rari, che sbocceranno in primavera e per tutta l’estate. Esotiche ed orientali, colorate, profumate e di grandi dimensioni. Tantissime tipologie di piante e fiori, perfette per i giardini e gli spazi esterni come terrazzi, balconi e davanzali ma anche per la casa e gli spazi interni. I floricoltori sapranno consigliare su come coltivare al meglio le piante da loro prodotte. Non c’è bisogno di avere il pollice verde, bastano volontà e amore per la natura e il verde.

Protagoniste le amatissime rose, dalla Toscana, grazie ad uno dei più importanti vivai italiani, famoso anche per la creazione di Ibride da collezione come: la “Traviata”, la “Love Song”, la “Blue Girl”, oltre alle tante antiche, a cespuglio, rampicanti, profumate e a “fioritura continua”, esenti da trattamenti, da piantare in giardino o tenere anche in grandi vasi, doneranno colore e profumo fino ad ottobre. Tipicamente primaverile la forsizia, un arbusto rustico e di facile coltivazione dallo sgargiante colore giallo, predilige posizioni soleggiate. Non presenta altre esigenze, poiché sopporta le gelate invernali ed il caldo estivo. Non mancheranno rarità impossibili da trovare in altre manifestazioni come varie specie di orchidee: l’orchidea Vanda con le radici all’aria e dai colori sgargianti, oppure orchidea Gioiello, la Scarpetta di Venere, la Zygopetalo e la Epidendrum. Rarissima la Goeppertia warszewiczii, arriva a Carpi dalla Costa Rica, Nicaragua e Panama, dove cresce nelle foreste tropicali umide spesso lungo le rive dei fiumi e ai margini delle radure. È perenne, sempreverde, ha foglie che ricordano il manto di una Zebra, e sono vellutate al tatto. Terminano con l’infiorescenza di colore rosa pallido. Il loropetalum chinense è un arbusto molto interessante per decorare siepi o terrazzi, grazie al contrasto cromatico che si crea tra il fogliame, in interessanti toni del rosa, del rosso e del viola e i petali. Viene spesso abbinato al corylopsis pauciflora altro arbusto molto coreografico, di origine asiatica, che può essere coltivato abbastanza facilmente nel nostro clima, resiste addirittura fino a -15°. Si potranno poi acquistare piante fiorite e gemmate come camelie, ortensie, begonie e gerani anche di grandi dimensioni. Richiestissime, di facile coltivazione e rifiorenti per tutta la primavera e l’estate le: surfinee, le potunie e il loro ibrido: le million bells; i fiori, più piccoli rispetto a quella della petunia, in un solo vaso vanno dal rosa, al bianco, al viola, al giallo. Coltivate in giardino, in terrazzo o appese in un bel paniere regaleranno allegrai per tutta la stagione. A Carpi arriva anche la yucca, bella, versatile e indistruttibile, una delle piante più diffuse in appartamento. Originaria del centro America, della California e del Messico, in natura diventa un vero e proprio albero, mentre in casa non supera 1,5-2 m di altezza. Non mancheranno poi piante dal sapore estivo come ficus, cicas, aloe vera e cactus, piante verdi da interno come la calatea, il caladium, la tradescanzia, la dracena, il potus, il croton variegato, le felci oltre che esteticamente belle, salutari per il benessere degli spazi abitativi. Anche le begonie saranno di grande impatto, oltre alla ormai famosa begonia maculata, in esclusiva a Carpi arriva dalla Polinesia la Dinosauri begonia, che ricorda un rettile estinto, grazie alle sue foglie giganti pelose e bollose verdi dalle sfumature marroni e la begonia Rex dall’Himalaya, raggiunge grandi dimensioni ed è di colore verde, con un margine argentato e sfumature di colore viola. 

Per chi cerca un’altra pianta da aggiungere alla collezione troverà il Philodendron Birkin, che deve il suo nome in omaggio alla famosa, e costosissima, borsa Birkin della casa di moda francese Hermès, è il risultato di innesti “manipolazioni” tra tipologie di Philodendron della foresta tropicale brasiliana. Le foglie prendano spesso colorazioni rosacee e variegate metà verdi e metà bianche. Sarà presente anche uno dei pochissimi produttori di piante carnivore in Italia, disponibile a dare tanti consigli su come coltivare e mantenere attive queste particolari esemplari come la Sarracenia, la Dionea, la Drosera e la Nepentes. Per gli appassionati di cucina a Carpinfiore sarà possibile trovare tutto l’occorrente per trasformare la propria casa in un goloso orto, da cui attingere per arricchire pranzi e cene grazie alle tante erbe aromatiche da utilizzare in cucina per preparare gustosi piatti, o ai peperoncini in tante varietà e “piccantezze” e anche frutta di stagione come mere e pere e tanto altro ancora. Presenti anche aceri e piante di agrumi come limoni, arance, olivi e piante da fiore mediterranee e frutti di bosco come ribes e mirtilli ed officinali come l’eucalipto. Bella, sgargiante e anche utile la pianta di tagete con il suo fiore dai colori gialli e arancioni, che scaccia i parassiti e per questo è d’uso piantarla tra le aiuole coltivate con verdure. Inoltre Carpinfiore ospiterà vari, tra i più importanti, produttori di piante grasse, succulenti e cactacee in Italia, in tantissime varietà e misure, in grado di soddisfare le richieste dei collezionisti.  Dal Giappone tre particolarità: i Kokedama, particolare tipo di bonsai senza vaso, piccole creazioni verdi e sferiche utilizzati per arredare con gusto e arte gli interni e gli esterni delle abitazioni. Le tillandsie dai lunghi filamenti, per sbizzarrissi creando composizioni per la casa e centro tavoli e l’Alga di Marimo, la piccola alga rotonda considerato simbolo dell’amore oltre che un portafortuna.

Sul rialzato di Piazza Martiri si troverà lo stand di Geoverde, con trattori, trattorini e rasa erba perfetti per la cura di giardini e grandi spazi verdi. Oltre Geoverde vi saranno altre aziende sempre specializzate in macchine per il giardinaggio. Un’occasione unica quindi per vedere le ultime novità del settore. Mentre al centro della Piazza si troveranno le esposizioni di Automobili delle concessionarie di Carpi e dei Camper. La manifestazione comprende come ogni anno anche selezionatissimi stand di artigianato a tema, arredi e decorazioni in ferro, terracotta e bijoux, e una gustosa passeggiata tra le delizie delle nostre regioni italiane: la focaccia genovese tipica e il pesto, olio, i formaggi sardi e pane carasau, le delizie del miele delle nostre api, salse e composte di frutta a kilometro 0 , i prodotti dell’ Alto Adige, dall’ottimo strudel, i bretzel, lo speck e le migliori varietà di pane di segale. Dalla terra del Salento il prezioso olio extravergine di oliva, i taralli fatti in casa per ogni palato. In Piazzale Re Astolfo, solo nella giornata di sabato si troveranno espositori di antiquariato. Mentre nei Giardini Pubblici Ultra Market, dedicato all’artigianato creativo e vintage. Infine negozi aperti per tutto il weekend, ristoranti e bar per aperitivi, pause pranzo e spuntini e i musei di Palazzo Pio aperti con mostre permanenti e temporanee come: La Biennale delle Biennali. 20° Biennale di xilografia e Animali fantastici. Unicorni e altre creature nella pittura del Quattrocento a Carpi che inaugurerà proprio questo fine settimana.