Davanti ai supermercati si moltiplicano i casi di truffa delle monetine

La dinamica si ripete sempre uguale: un uomo bussa al finestrino della macchina per attirare l’attenzione dell’ignara automobilista avvertendola che dietro al suo veicolo c’è del denaro e invitandola a scendere per controllare. Nei pochi istanti necessari per verificare di non aver perso del contante, il malvivente, con l’aiuto di un complice, ne approfitta per rubare la borsa rimasta incustodita e appoggiata sul sedile. Sono già due le segnalazioni giunte in Redazione, una verificatasi in prossimità dell’Esselunga di Appalto di Soliera e una nel parcheggio dell’Eurospin di Carpi, entrambe nella giornata di ieri.

0
2292

Una truffa sta imperversando davanti ad alcuni supermercati del nostro territorio. La dinamica si ripete sempre uguale: un uomo bussa al finestrino della macchina per attirare l’attenzione dell’ignara automobilista avvertendola che dietro al suo veicolo c’è del denaro e invitandola a scendere per controllare. Nei pochi istanti necessari per verificare di non aver perso del contante, il malvivente, con l’aiuto di un complice, ne approfitta per rubare la borsa rimasta incustodita e appoggiata sul sedile. Sono già due le segnalazioni giunte in Redazione, una verificatasi in prossimità dell’Esselunga di Appalto di Soliera e una nel parcheggio dell’Eurospin di Carpi, entrambe nella giornata di ieri.

“Quando sono uscita dal negozio con la borsa ben stretta a me – racconta Teresa – non ho fatto in tempo a salire sull’auto che ho sentito qualcuno bussare al vetro per dirmi che mi erano caduti dei soldi a terra. Quando dallo specchietto ho visto tante monete da un euro sono scesa ma prontamente una signora mi ha avvertita che quella poteva essere una truffa e così sono ripiombata nell’abitacolo, ho immediatamente chiuso le portiere e ho lasciato il parcheggio in velocità. Sono stata ingenua, meno male che tutto è andato bene e non hanno avuto il tempo di rubarmi la borsa, sarebbe stato un enorme disagio perchè noi donne lì dentro abbiamo davvero di tutto”.

Nell’area antistante l’Eurospin invece le cose hanno preso, purtroppo, tutt’altra piega: lì una signora dopo aver fatto la spesa, è entrata in macchina, ha chiuso la serratura e mentre stava per mettere in moto, come da copione, ha visto un uomo picchiettarle sul finestrino. L’insistenza dello sconosciuto l’ha persuasa a scendere ma quando si è accorta che un altro uomo stava aprendo la portiera del non guidatore per prenderle la borsetta era ormai troppo tardi. La signora ha sporto denuncia alle Forze dell’ordine ma l’invito è quello di prestare la massima attenzione e di essere prudenti per non cadere vittima della truffa delle monetine.

J.B.