Professor Papi, “i pazienti sono la nostra priorità e grazie alla generosità di tanti possiamo prendercene cura ogni giorno al meglio”

Sabato 25 marzo, alle 20, presso il Circolo Rinascita di Budrione di Carpi, l’Associazione Pazienti Tiroidei organizza un momento conviviale dal tema Cena di Primavera con Apt. Un’occasione importante per trascorrere una serata in piacevole compagnia e soprattutto per ringraziare pubblicamente tutti coloro che, grazie alla loro generosità, hanno permesso alla Struttura complessa di Endocrinologia dell’Azienda Usl di Modena, diretta dal professor Giampaolo Papi, di volare sempre più in alto.

0
1043

Sabato 25 marzo, alle 20, presso il Circolo Rinascita di Budrione di Carpi, l’Associazione Pazienti Tiroidei organizza un momento conviviale dal tema Cena di Primavera con Apt. Un’occasione importante per trascorrere una serata in piacevole compagnia e soprattutto per ringraziare pubblicamente tutti coloro che, grazie alla loro generosità, hanno permesso alla Struttura complessa di Endocrinologia dell’Azienda Usl di Modena, diretta dal professor Giampaolo Papi, di volare sempre più in alto.

“Durante la serata – spiega il professor Papi – racconteremo ai presenti quanto preziose siano le numerose donazioni che abbiamo ricevuto nel corso degli anni, frutto dell’attenzione manifestata nei confronti della sanità da un territorio straordinariamente solidale e da un tessuto associativo vivace e presente. Alla nostra Endocrinologia sono stati donati cinque ecografi e siamo la prima struttura pubblica italiana a poter contare su un innovativo software 3D per la visualizzazione tridimensionale dei noduli tiroidei”.

Tra le donazioni più rilevanti vi è poi senza dubbio l’echolaser grazie al quale l’Endocrinologia dell’Ausl di Modena, da quattro anni a questa parte, è diventata uno dei centri di riferimento nazionale e internazionale per quanto riguarda la tecnica di Termoablazione laser dei noduli tiroidei, una metodica mini-invasiva alternativa all’intervento chirurgico e con evidenti vantaggi per il paziente.

“Essere diventati un centro di eccellenza – prosegue il professor Giampaolo Papi – sia per quanto riguarda la cura che per la formazione di tanti colleghi provienienti da ogni parte del mondo è per me fonte di grande orgoglio e soddisfazione. Tutte le donazioni che abbiamo avuto il privilegio di ricevere hanno contributo a innalzare gli standard di cura e assistenza. I pazienti sono la nostra priorità e grazie alla generosità di tanti possiamo prendercene cura ogni giorno con le strumentazioni migliori. Onorare questi gesti di solidarietà ci pare davvero il minimo”.

Chi volesse partecipare alla cena del costo di 20 euro può prenotarsi ai seguenti numeri: 3351211387 (Vanna) e 059694219 (Ida).

Jessica Bianchi